Condividi:


Taglio vaccini AstraZeneca, Regione Liguria assicura: "Le prenotazioni non si fermano"

di Marco Innocenti

"Il numero massimo di pazienti vaccinabili diminuirà ma i medici di medicina generale continueranno a prenotare il vaccino per i propri assistiti"

"Nonostante il taglio di circa 60mila dosi di vaccini AstraZeneca previsto per la nostra Regione nel mese di aprile, i medici di medicina generale continueranno come sempre a prenotare le vaccinazioni per i propri assistiti". Lo assicura Regione Liguria che, in una nota, prova a sgombrare il campo da possibili dubbi e incertezze. "Ovviamente - prosegue la nota - a causa dei tagli nella fornitura delle dosi di vaccino, il numero massimo di pazienti vaccinabili in ogni giornata diminuirà: una volta raggiunto il tetto massimo giornaliero di prenotazioni possibili in funzione delle dosi disponibili, i medici potranno effettuare ulteriori prenotazioni per i propri assistiti nel primo giorno utile, seguendo le quantità di vaccini consegnati e quindi somministrabili".

"Ogni altra comunicazione differente all’utenza è errata e fuorviante" conclude Regione Liguria.