Bruciano cinque auto nella notte, caccia al piromane a Molassana

di Michele Varì

Un testimone ha visto un uomo appiccare le fiamme alla Panda di una sessantenne

Bruciano cinque auto nella notte, caccia al piromane a Molassana

Un uomo appicca le fiamme ad una Panda posteggiata alimentata a metano, il fuoco in un batter d'occhio si estende e distrugge altre tre auto e un furgone, poi investe la facciata del palazzo, sino ai piani alti. Quindi nella zona eccheggiano alcune esplosioni nella notte, la prima fortissima, udita sino a centinaia di metri di distanza, provocata dalla dalla deflagrazione del serbatoio dell'auto a gas. 
È un giallo il rogo che l'altra notte ha gettato nella paura gli abitanti all'altezza del civico 110 di via Molassana, in Valbisagno: le indagini dai poliziotti della squadra mobile per identificare il piromane partono dalle dichiarazioni della proprietaria della Panda presa di mira dall'incendiario. Una sessantenne che abita nella zona da circa un anno.

Agli agenti la donna ha ammesso di avere avuto degli screzi con delle persone, ma di non credere che l'incendio possa essere collegato a quelle banali liti.
Fra le persone danneggiate dalle fiamme Francesco Clementi, titolare della palestra New Dinamic Center che si trova al primo piano del palazzo ed invasa dal fum. L'uomo nel rogo ha perso anche la sua vecchia auto. "Mi hanno avvertito in piena notte dicendomi che stava bruciando la palestra, per fortuna non era così. Ma è stato terribile, le esplosione sono state molto forti".