Condividi:


Bertolacci: "Oggi per me la Samp è tutto, continuiamo a lavorare"

di Alessandro Bacci

Il centrocampista: "I tifosi? Non mi aspettavo un’uscita dal campo così"

La Sampdoria pareggia 0-0 contro la Roma. Un buon risultato e una buona prestazione. Una delle sorprese della sfida è stata Andrea Bertolacci, appena sbarcato a Genova e già titolare nella squadra di Ranieri. Il centrocampista, autore di un'ottima prova, ha parlato in mixed zone: "Penso che oggi sia una giornata importante per me tornavo in campo dopo un po’ di tempo e non mi aspettavo un’uscita dal campo così. Spero che, come ho detto in settimana, verrò giudicato per quanto faccio in campo. Oggi era solamente il primo passo, spero di una lunga serie: darò tutto".

Cosa ti ha chiesto Ranieri? "Di giocare come sapevo, magari di accompagnare un po’ più l’azione, ma c’erano sempre i loro due trequartisti che si muovevano dietro le mi spalle. Era un po’ di tempo che non giocavo, credo di aver dato tutto. Tutti i sacrifici che ho fatto, allenandomi per farmi trovare pronto quando sarebbe arrivata un’occasione, credo che siano valsi a qualcosa. Ora c’è solo da continuare a lavorare per migliorare la condizione, comunque oggi è stato un buon segnale".

Ti hanno fatto piacere gli applausi dei tifosi blucerchiati? "Assolutamente, so che qui è sempre stata un po’ particolare la rivalità Genoa-Samp. Però per me è stata una grande occasione, la società e il presidente in primis mi hanno voluto fortemente, e sopratutto io mi sento un professionista: non rinnego il mio passato al Genoa, ma oggi per me la Samp è tutto. Darò tutto, e tutte le partite uscirò con la maglietta più sudata del solito".