Condividi:


Bagnasco: "Da questa distanza forzata, rinasca nuova consapevolezza nel popolo"

di Marco Innocenti

L'augurio del cardinale per la festa di San Giuseppe, patrono dei lavoratori

Da questa "distanza forzata" c'è la speranza che "possa crescere una nuova consapevolezza nel popolo". Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente dei vescovi europei e arcivescovo di Genova, nel giorno in cui la Chiesa celebra la festa di San Giuseppe patrono di tutti i lavoratori.

"Anche nei fedeli, in questo momento storico così particolare che vede le chiese chiuse, una situazione mai vissuta prima, neppure durante l'ultima guerra, d questa distanza forzata gli uni dagli altri, anche per quanto riguarda le celebrazioni, la chiesa, la preghiera sta rinascendo e sta rimotivandosi sia la nostra fede, come appartenenza alla chiesa a una comunità religiosa, sia a un popolo".