Alla polizia locale di Genova uno scanner portatile per scoprire documenti falsi

di Fabio Canessa

Acquistati 13 dispositivi per distretti e specialità

Alla polizia locale di Genova uno scanner portatile per scoprire documenti falsi

Scanner portatili capaci di scoprire in tempo reale un documento o un passaporto falso ma anche intercettare denaro e valori bollati non autentici. Li avranno in dotazione gli agenti della polizia municipale di Genova da sempre all'avanguardia nel riconoscimento di falsi documentali grazie ad un nucleo speciale addestrato per gli accertamenti sulle patenti e le carte d'identità fasulle.

Il dispositivo si chiama Smart Fad ed è dotato di un'ottica speciale che permette di operare in ogni condizione di luce. A presentare il nuovo strumento al comando della polizia locale sono stati stamane il nuovo vice comandante Varno Maccari e l'assessore alla Sicurezza e al centro storico Stefano Garassino che ha ricordato l'importanza di questo strumento anche nella prevenzione della lotta al terrorismo.

Sottolineando poi i risultati già ottenuti oggi dalla polizia locale nella lotta ai falsi documentali. "Nel 2018 su 92 relazioni esaminate ben 75 sono stati scoperto essere falsi, ossia l'82%. In tutto gli agenti hanno periziato mille documenti arrestando per questi reati tre persone".