Albenga, capotreno picchiata e scaraventata sui binari da un viaggiatore senza biglietto

di Edoardo Cozza

La denuncia dei sindacati: "Non si possono fare controlli senza aiuti delle forze dell'ordine". Previste iniziative di denuncia della situazione

Albenga, capotreno picchiata e scaraventata sui binari da un viaggiatore senza biglietto

Aggredita da un viaggiatore senza biglietto, picchiata e buttata sui binari. È successo a una capotreno nella stazione di Albenga, in provincia di Savona. A rendere noto l'episodio, avvenuto venerdì sera, sono stati oggi i sindacati.

"I treni e le stazioni, ormai quasi ovunque sprovviste di posti Polfer sono da tempo luoghi che raccolgono buona parte del disagio sociale - spiega Laura Andrei, segretario generale Filt Cgil Liguria - e a ciò sommiamo il rischio di aggressioni conseguente alle tensioni generate dall'introduzione del green pass. Siamo costretti a ribadire che il personale dei treni regionali, sui quali è stato introdotto l'obbligo della certificazione, non può svolgere i controlli senza il supporto delle forze dell'ordine".

"Ad oggi non sono bastati i continui incontri per affrontare il problema e trovare soluzioni adeguate - aggiunge la segreteria regionale di Orsa Ferrovie Liguria - Gli organici di Protezione Aziendale e dell'Antievasione non sono mai stati adeguati e il Personale Viaggiante è abbandonato a se stesso, senza alcun supporto anche in questo difficile periodo determinato dalla pandemia. I famosi tornelli nelle principali stazioni sono rimasti solo sulla carta e non vi è sufficiente controllo preventivo nelle stazioni per verificare chi ha titolo a salire sui treni". Orsa non esclude nei prossimi giorni di intraprendere iniziative a difesa del personale dei treni.