13° Trofeo Aragno, grande successo per la prima giornata

di Redazione

Un'ottima cornice di pubblico nella prima edizione alla Sciorba

13° Trofeo Aragno, grande successo per la prima giornata

Prima giornata del Trofeo G.S.Aragno, il colpo d’occhio, anche alla Sciorba, è bellissimo. Ci si deve abituare allo spostamento della manifestazione, dalla vasca storica di Prà a quella prestigiosa di Molassana ma con l’aiuto di tutti anche la 13° edizione, quella speciale, è già un successo.

Lo dice bene il presidente della società Stefano Pitale: “La priorità era riuscire a dare continuità al Trofeo quindi abbiamo preferito che l'intervento straordinario sulla vasca di Prà non inficiasse la manifestazione. Poi abbiamo la fortuna di essere partner di My Sport così è stato naturale trasferirsi alla Sciorba. Il dispiacere più grande è stato dover ridurre il programma e penalizzare le categorie dei piccoli ma è stata la scelta meno dolorosa. Sui numeri grande soddisfazione, anche il pubblico ha risposto molto bene. Nelle prime ore sono già caduti alcuni record della manifestazione, ma il bilancio finale lo tracceremo domenica sera. Intanto mi sento di ringraziare il consigliere delegato allo sport del Comune di Genova Stefano Anzalone, gli amici di My Sport, il presidente del Municipio Ponente Claudio Chiarotti e tutti coloro che stanno contribuendo alla raccolta di fondi che consegneremo ad una delle famiglie vittime del crollo del Ponte Morandi”.

Si perché in vasca ci sono batterie e finali, cronometri e strategie, gioie e delusioni, ma fuori dall’acqua ci sono anche gli altri, progetti e persone da sostenere, come è da sempre nel dna dell’Aragno. E’ successo con il calendario a favore dell’Associazione Il Sorriso di Ilaria contro l’Atassia di Friedreich e sta succedendo con la tragediab del Ponte. Attraverso Egle Possetti, presidente del Comitato orfani delle vittime del crollo del Ponte Morandi, è stato preso contatto con una famiglia che ha perso il papà. Le cuffie con i loghi di Genova nel Cuore e del Trofeo Aragno sono esaurite ma continuano ad arrivare prenotazioni, c’è anche chi, nello staff tecnico, ha devoluto il proprio compenso. Domenica un programma ricchissimo: ancora batterie, dalle 16.30 le Finali e premiazioni con la consegna delle targhe in memoria di Alessio Stefanelli, alla miglior prestazione nei 200 dorso assoluti maschi, e di Mattia Medici, alla miglior prestazione nei 200 stile assoluti maschi. Prima però spazio al nuoto paralimpico con gli atleti della società Crocera Stadium, poi la gioia di tutti i nuotatori con le coreografie e i flash mob.