Variante Omicron, Ricciardi: "Non elude i test: riusciamo a identificarla e il vaccino dovrebbe fermarla"

di Marco Innocenti

"Il 90% della popolazione del Sudafrica è al di sotto dei 25 anni, molto diversa da quella europea: serviranno 2 settimane per capire come si comporterà"

Variante Omicron, Ricciardi: "Non elude i test: riusciamo a identificarla e il vaccino dovrebbe fermarla"

"Per dire la parola fine ai dubbi sulla variante Omicron dobbiamo aspettare ancora due settimane". Lo ha detto Walter Ricciardi, consigliere del ministro della salute Roberto Speranza, ai microfoni di Agorà su Rai3. "L'aspetto positivo - prosegue Ricciardi - è che sembra non eluda i test, quindi siamo ancora in grado di diagnosticarla e presumibilmente, se questo funziona per i test, dovrebbe funzionare anche per il vaccino".

A preoccupare, comunque, è ancora l'alta contagiosità della nuova variante: "Neanche la variante Delta - continua Ricciardi - che pure era più contagiosa di quella originale, ci aveva messo così poco per diventare dominante: aveva impiegato 6 settimane. E' però importante sapere che con questa variante non c'è un peggioramento, però bisogna tenere presente che il paese sudafricano in cui è stata individuata e su cui è stata fatta questa valutazione ha una popolazione per il 90% al di sotto dei 25 anni", quindi del tutto differente dalla situazione demografica di paesi come l'Italia. Anche per questo motivo, "dovremmo aspettare un paio di settimane - conclude - per capire quanto questa variante in qualche modo si trasferisca alla demografia e all'epidemiologia del nostro Paese e, in generale, dell'Europa".