Vaccini Pfizer in ritardo, anche in Liguria a rischio le seconde dosi. Toti: Siamo preoccupati"

di Redazione

Il governatore: "Chi fa polemica oltre a essere idiota è pure uno sciacallo. Non è una gara tra Regioni"

Vaccini Pfizer in ritardo, anche in Liguria a rischio le seconde dosi. Toti: Siamo preoccupati"

La prossima settimana "non solo non verranno consegnate in Italia le dosi che sono state unilateralmente e senza preavviso non consegnate in questa settimana, pari al 29%, ma ci sarà una pur lieve ulteriore riduzione delle consegne". Lo ha spiegato il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri alle Regioni nel corso del vertice sottolineando che la comunicazione della Pfizer è arrivata oggi e confermando le azioni legali contro l'azienda americana

"Ho ricevuto una unanime solidarietà da parte di tutti i presidenti delle regioni e delle province autonome nel corso della riunione con i ministri Speranza e Boccia - dice Arcuri - La tutela della salute dei cittadini italiani non è una questione negoziabile. La campagna vaccinale non può essere rallentata, tantomeno per le somministrazioni delle seconde dosi ai tanti italiani a cui è stata già somministrata la prima". Ma lo scambio di comunicazioni con Pfizer, prosegue Arcuri, "non ha sortito gli effetti che auspicavamo", tanto che l'azienda ha annunciato le ulteriori riduzioni. Di qui la decisione di procedere con le azioni legali per tutelare gli italiani "in tutte le sedi, civili e penali, in cui ciò sarà possibile. Si è unanimemente deciso - conclude Arcuri - che tali azioni verranno intraprese a partire dai prossimi giorni in un quadro unitario".

"Il commissario Arcuri ha appena comunicato alle Regioni che mancano all'appello 54mila dosi di vaccini e sono quindi a rischio le seconde dosi per il mancato rispetto dei patti da parte di Pfizer". Lo riferisce il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. "Non è una gara tra Regioni: ogni vaccino in meno è una persona in più, soprattutto tra le più fragili, che rischia di contrarre il virus. Siamo molto preoccupati per le notizie che ci arrivano da Roma e spero che si trovino soluzioni al più presto. - esorta - Dobbiamo tutti più che mai remare nella stessa direzione, con l'unico intento di tutelare la salute dei nostri cittadini. Su questo tema, chi fa polemica oltre a essere idiota è pure uno sciacallo".