Ucraina, Toti non ha dubbi: "Swift sì o no? Le sanzioni sono dolorose, le bombe di più"

di Redazione

"Diamoci una mossa, perché tra un po' i carrarmati avranno espugnato Kiev". Il presidente della Liguria prende posizione sul blocco delle operazioni bancarie per la Russia.

Ucraina, Toti non ha dubbi: "Swift sì o no? Le sanzioni sono dolorose, le bombe di più"

"Swift sì, Swift no… amici, diamoci una mossa perché tra un po' i carri armati russi avranno espugnato Kiev. Le sanzioni sono dolorose per tutti, ma le bombe di più".
Lo scrive su Twitter il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti. In queste ore la comunità internazionale sta dibattendo se escludere o meno la Russia dal sistema di messaggistica che regola il pagamento tra banche internazionali. Una sanzione che sicuramente sarebbe molto grave per Putin e per l'economia russa. Ma accanto a chi favorevole ed è pronto a dire sì alla richiesta dell'Ucraina, vi è anche chi teme ripercussioni generalizzate e incontrollabili a livello globale.