Tags:

pandemia Comune di Genova

Squadre di sanificazione, ricoveri per senza tetto aperti h24 e servizi online, le misure del Comune

di Andrea Carozzi

La macchina comunale sta lavorando per garantire i servizi nei giorni della pandemia, parlano gli assessori

Durante la pandemia da Covid 19 i diversi assessorati del Comune di Genova mantengono informati i cittadini su come l’amministrazione comunale sta affrontando questo periodo di emergenza.

Matteo Campora Assessore ai Trasporti, Mobilità Integrata, Ambiente, Rifiuti, Animali, Energia ha ribadito l'impegno preso con Amt e Amiu per garantire ai cittadini maggiore sicurezza nel trasporto pubblico e nella sanificazione di strade e luoghi pubblici. 

"Dopo una lunga riunione con Amt e con Amiu abbiamo deciso di intensificare il servizio nelle ore di punta e su quelle linee che hanno un maggior afflusso di persone. Nel contempo stiamo provvedendo alla sanificazione dei mezzi e alla sanificazione delle stazioni  della metropolitana". “Per quanto concerne Amiu - ha sottolineato Campora - i servizi di pulizia ordinari vanno avanti, nel contempo abbiamo sospeso la pulizia delle caditoie, che verrà fatta senza che i cittadini siano chiamati a spostare le auto in modo che non debbano uscire di casa”.

"Abbiamo inoltre deciso di inviare delle squadre per sanificare i luoghi più frequentati, come l’ingresso di supermercati e farmacie e l’ingresso  delle metropolitane” ha concluso l'assessore.

Francesca Fassio Assessore alle Politiche Socio-Sanitarie, Famiglia e relativi Diritti ha comunicato che: “restano attivi tutti i centri residenziali per minori anche extracomunitari, nonché le strutture genitore-bambino. I minorenni in accordo con il tribunale dei minori non potranno lasciare le strutture durante il fine settimana mentre gli incontri programmati verranno gestiti via  Skype. Per quanto riguarda i servizi diurni dati dal centro servizi famiglia sono stati riadattati in modo da diventare servizi individuali per continuare a domicilio delle famiglie”.

Per quanto riguarda i servizi per anziani e disabili  Fassio ha sottolineato che: “ rimangono attivi tutti i servizi per i disabili e per gli anziani, in particolare il servizio Doge che riguarda circa 700 persone”.

In questo periodo di emergenza cambiano anche i servizi per i cittadini senza fissa dimora in questo periodo di emergenza: “i senza tetto potranno usufruire delle strutture a loro dedicate 24 h su 24 e non solo di notte. Questo provvedimento è stato adottato per permettere alle persone senza dimora di rimanere comunque ricoverate in una struttura adeguata.”

Giorgio Viale Assessore al Personale e Pari opportunità e relativi Diritti ha invece focalizzato l’attenzione su come si sta muovendo la macchina comunale per far fronte all’emergenza: “ci siamo attivati sin da subito il 24 di febbraio attivando un protocollo per lo smart Working che ci è servito a diminuire l'afflusso del nostro personale all'interno degli uffici, riducendo così le possibilità di contagio”.

Scendendo nel dettaglio Viale ha sottolineato che: “oggi abbiamo soltanto 1270 lavoratori che si recano presso i nostri uffici contro i 5000 abituali. Per farlo abbiamo ridimensionato i servizi mantenendo però quelli essenziali. Per accedervi i cittadini devono andare sul sito del comune e utilizzare gli strumenti multimediali che permettono di utilizzare agli sportelli comunali grazie al web”.