Spezia, Thiago Motta ritrova l'Inter: "Grande rispetto, ma daremo il massimo"

di Redazione

Il mister da avversario contro la squadra con cui da giocatore vinse il Triplete. "Possono arrivare fino in fondo e giocarsi il titolo anche quest'anno"

Spezia, Thiago Motta ritrova l'Inter: "Grande rispetto, ma daremo il massimo"

Thiago Motta saggia le ambizioni di scudetto della ritrovata Inter, di cui fu protagonista nell'annata d'oro con Mourinho, quella del 'triplete'.

Lo fa con uno Spezia forte di 33 punti in classifica che, visto il passo stentato delle inseguitrici, sembra ad oggi un bottino di grande sicurezza.

"La affronteremo con il rispetto che è dovuto a tutte le squadre - dice Motta -. Sappiamo che l'Inter è la squadra campione d'Italia e che possono arrivare fino in fondo a giocarsela anche quest'anno. Il mio periodo da nerazzurro l'ho goduto al massimo e oggi faccio lo stesso da tecnico dello Spezia. Mi sento fortunato ad essere qui e vivo l'attimo appieno".

Il pronostico è blindato. "Credo che con la vittoria contro la Juventus abbiano ottenuto una grande spinta a livello morale - dice ancora il tecnico dello Spezia parlando dell'Inter -. Noi aspetteremo la migliore Inter possibile. Sono in grande forma, lo sappiamo. Dovremo essere al nostro massimo".

I 39 punti di Italiano non sono lontani, ma non sono neanche vicini. "Punto sempre a migliorarmi, non c'è altro modo di vivere questo sport. Come dico sempre, oggi sono contentissimo e spero domani di esserlo ancora di più. Però penso solamente solo alla prossima partita e non oltre. Vale anche per la nostra corsa salvezza, obiettivo che non abbiamo ancora ottenuto. Poi se gli altri risultati ci aiutano, chiaramente per noi è un vantaggio". 

 Lo Spezia perderà a fine campionato Martin Erlic, difensore croato classe 1998 già acquistato dal Sassuolo. Con il mercato attualmente bloccato da una sanzione della FIFA, il club ligure deve trovare in casa il suo sostituto. Thiago Motta un'idea ce l'ha: è il nazionale bulgaro Petko Hristov. "Devo dire che ho giocatori meravigliosi in rosa. Lui si è visto poco negli ultimi tempi, ma a livello di miglioramento è quello che mi ha maggiormente colpito. So che se manca un difensore centrale, lui c'è e non è un ripiego. Si allena sempre al massimo, con un grande spirito, ed è arrivato davvero ad un livello importante".