Spezia, primo tempo da incubo poi Gyasi riacciuffa il Parma: al Picco è 2-2

di Marco Innocenti

Aquile sotto di due reti e con un goal annullato nella prima frazione poi, nella ripresa, la rimonta è servita

Spezia, primo tempo da incubo poi Gyasi riacciuffa il Parma: al Picco è 2-2

Lo Spezia soffre, rischia, va sotto, addirittura di due reti ma poi trova la forza per rimettersi in carreggiata e strappare un pareggio che serve a tenere in movimento la classifica e a confermare che il brutto ko di Firenze è stata solo una parentesi negativa. La squadra di Vincenzo Italiano, contro il Parma, comincia bene ma, al primo affondo dei Ducali, va sotto: Karamoh fa letteralmente impazzire Bastoni, rientra sul mancino e fredda Provedel con un tiro sotto l'incrocio che non dà scampo al portiere dello Spezia. Il Parma è cinico e dopo nemmeno dieci minuti piazza il colpo del possibile ko, stavolta con Hernani. Angolo di brunetta, intervento sporco ma efficace del numero 23 brasiliano, palla che s'infila sotto le gambe di Provedel e termina in rete. Lo Spezia è sotto di due reti e sul Picco cala il gelo mentre Italiano toglie un Saponara a dir poco spaesato e inserisce Verde.

A riaccendere le speranze, poco prima dell'intervallo, ci prova Maggiore: Bastoni sfila sull'out di sinistra, cross morbido che il capitano trasforma in oro con un colpo di testa a schiacciare il pallone. Sepe è battuto ma a salvare la squadra di D'Aversa è il Var: Bastoni infatti scatta con un soffio d'anticipo, mettendo un piede oltre la linea dell'ultimo difensore gialloblù. E la gioia di Italiano rimane strozzata in gola.

Il rientro negli spogliatoi serve allo Spezia per riordinare le idee. Italiano cambia ancora con Sena e Acampora per Ricci ed Estevez e, al primo vero affondo, le Aquile tornano finalmente in scia. Stavolta il goal lo segna Gyasi ma gran parte del merito è di Maggiore, che lavora un buon pallone e poi lo serve su un piatto d'argento al compagno. L'attaccante, a due passi dalla linea, deve solo spingerlo in porta. 

Vietato distrarsi però, perché il Parma non si arrende. Mihaila e Kucka chiamano Provedel agli straordinari ma la voglia di rimonta dello Spezia è tanta e si concretizza al 72' quando Gyasi mette lo stinco sul cross-bomba di Verde dalla sinistra. Il tap-in vale il pari e condanna il Parma a rinviare ancora una vittoria che manca da novembre. L'ultimo brivido però è di marca gialloblu con Kucka che su punizione prova a piegare i guantoni a Provedel con una botta dalla lunga distanza. Un punto per uno, ma il sapore che resta in bocca ai due allenatori non può che essere molto ma molto diverso.