Condividi:


Spezia, Italiano: "Il fisico regge per forza ma è la testa che non deve mollare"

di Maria Grazia Barile

"I ragazzi sanno l'importanza della permanenza in categoria, desideriamo davvero tanto la salvezza"

Lo Spezia agguanta il pareggio nel finale a Verona, Italiano è molto soddisfatto: "Ci sono state partite in cui abbiamo perso punti importanti negli ultimi minuti. Siccome a volte non riusciamo a ragionare, il timore c'è sempre. Ma siamo stati bravi a pareggiare con Saponara, su assist di Agudelo. Entrambi erano subentrati. Una squadra come la nostra ha bisogno di tutti, di chi gioca e di chi va in panchina".

Sulla salvezza e sulla condizione atletica della squadra, il tecnico dichiara: "Desideriamo davvero tanto la salvezza, abbiamo fatto degli sforzi enormi. Sapete come siamo partiti e quali difficoltà abbiamo, dobbiamo spingere sempre forte. Un po' d'ansia è normale, il campionato sta per finire ma arriviamo bene e in condizione, due partite fa abbiamo pareggiato contro la squadra più forte d'Italia, l'Inter. Il fisico regge per forza, è la testa che non deve mollare e deve far viaggiare le gambe. I ragazzi sanno l'importanza della permanenza in categoria"