Confermata la nostra indiscrezione: il nuovo presidente di Spediporto è Andrea Giachero

di Edoardo Cozza

Il 56enne amministratore delegato della Priano Marchelli succede ad Alessandro Pitto, rimasto in carica per due mandati

Confermata la nostra indiscrezione: il nuovo presidente di Spediporto è Andrea Giachero

Come anticipato nei giorni scorsi proprio da Telenord, il nuovo presidente di Spediporto è Andrea Giachero, acclamato al vertice dell'associazione degli spedizionieri genovesi nel corso della riunione odierna del consiglio direttivo. Il successore di Alessandro Pitto, che lascia il suo incarico dopo sei anni di mandato, aveva nei precedenti due mandati ricoperto il ruolo di vicepresidente. 

Andrea Giachero, 56 anni, è amministratore delegato della Priano Marchelli Spa, della Priano Marchelli USA e di ACM Supply srl. La Priano Marchelli, azienda storica fondata nel 1934, focalizzata nel business della logistica integrata indirizzata al comparto navale (mercantile, crocieristico e cantieristica), è oggi una eccellenza genovese nel mondo con sedi: a Genova, headquarter italiano, dove occupa oltre 160 dipendenti e uffici operativi e di rappresentanza a Venezia, Livorno, Civitavecchia ed Amsterdam. A Miami (USA) l’headquarter oltre oceano del gruppo.

Nel suo discorso di insediamento Andrea Giachero ha voluto, prima di tutto e non senza commozione, ricordare la figura del padre, Giovanni Battista Giachero per anni vicepresidente della Spediporto e Tesoriere, per poi passare a enunciare gli obiettivi del suo mandato, che si propone di raggiungere con senso di continuità rispetto al lavoro “enorme fatto da Alessandro Pitto” nel precedente mandato. Fiero sostenitore dell’orgoglio genovese nel mondo, Andrea Giachero punta tutto sulla necessità di fare sistema e squadra: “Noi operatori portuali dobbiamo imparare a fare squadra in Italia e nel mondo, le eccellenze professionali della nostra città hanno successo ovunque eppure stentano a sviluppare sinergie e progetti nel proprio territorio. Per quanto riguarda noi spedizionieri però il vento è cambiato e le tante iniziative di Spediporto lo dimostrano”, queste le sue prime dichiarazioni.