Tags:

bomba serra riccò

Serra Riccò, dagli scavi nell'aiuola lungo la Provinciale spunta una bomba della guerra

di Marco Innocenti

L'ordigno è stato ritrovato a pochi metri dalla strada e dalle abitazioni. La sindaca Negri: "Senso unico alternato fino all'arrivo degli artificieri"

Sembrava un normalissimo intervento di manutenzione del verde, come se ne fanno a decine in ogni comune. Lo scavo di un banalissimo solco in un'aiuola lungo la Provinciale 3 nel Comune di Serra Riccò, all'altezza della frazione di Castagna, un solco dove piantumare una nuova siepe e invece, sotto la benna dell'escavatore, all'improvviso ecco spuntare la sagoma minacciosa di una bomba della seconda guerra mondiale. E' rimasta lì sotto, nascosta a pochi metri dalla strada e dalle case, per più di 70 anni ed oggi è tornata alla luce, facendo scattare l'inevitabile allarme.

In pochi minuti sono state allertate le autorità, dal sindaco ai carabinieri, dalla polizia alla municipale. Immediatamente è stato predisposto un monitoraggio h24 sul luogo del ritrovamento, tenendo a distanza i curiosi ma ora si tratterà di decidere (e in fretta) come gestire la circolazione dei veicoli lungo la Provinciale, di fatto l'unico vero collegamento per chi deve andare e venire da Genova. La bomba infatti è a due passi dalla strada (e quindi dalle auto in transito).

"Dovrò parlare con gli esperti della Prefettura - ha detto il sindaco di Serra Riccò Angela Negri - poi dovremo prendere una decisione non facile. Mi hanno assicurato che non ci sono pericoli ma non posso correre rischi, vista la vicinanza con la strada e con le case. Il problema, però, è che chiudere al transito quel tratto di Provinciale in frazione Castagna vorrebbe dire tagliare in due il paese, costringendo le auto ad un giro immenso da Trensasco oppure da San Cipriano. Al momento, ci siamo limitati a spostare le auto che erano in sosta lì nelle vicinanze ma nelle prossime ore dovremo prendere una decisione".

Non dovrebbe essere necessario invece evacuare le famiglie che abitano nei dintorni: "No, non credo servirà. Poi valuteremo ma al momento abbiamo avuto ampie rassicurazioni sul fatto che la distanza della bomba dalle prime palazzine sarebbe di tutta sicurezza".

Nelle prossime ore, la sindaca Negri chiederà un sopralluogo degli artificieri per verificare lo stato della bomba e la sua pericolosità, così da decidere la strategia d'intervento più indicata. Intanto è stato deciso di predisporre il senso unico alternato fino all'arrivo degli artificieri.