Savona, la tenda triage anti-covid per la scuola: primo tampone su una bimba di 11 anni

di Marco Innocenti

Accusava febbre alta fin da domenica: i genitori l'hanno accompagnata al San Paolo

Il primo caso sospetto è arrivato già nella tarda mattinata, presso una delle tre tende per il triage anti-covid montate nel fine settimana e dedicate al mondo della scuola. Poche ore dopo la prima campanella, infatti, una bimba di 11 anni di una scuola media savonese si è presentata alla tenda dell'ospedale San Paolo di Savona con febbre alta. "Sarà soltanto la prima - dichiara la dottoressa di turno stamani nella tenda - ma ci aspettiamo molto lavoro nelle prossime settimane, quando i primi freddi porteranno i classici sintomi influenzali". 

Le tre strutture, una al San Paolo di Savona, una ad Albenga e una a Carcare, sono state installate nel fine settimana dai volontari della Protezione civile e verranno completamente dedicate ai casi in arrivo dal mondo della scuola: alunni ma anche insegnanti e personale Ata. "Le tre tende - ha spiegato Adriana Brusa, direttore sanitario facente funzioni di Asl2 - sono state allestite per fare tamponi diagnostici in tutti i casi in cui si manifesteranno dei sintomi riconducibili al covid19, per distinguerli dai normali casi influenzali". 

"In questa tenda - aggiunge la dottoressa Virginia Ghiso, che nella mattinata era di turno presso la tenda del San Paolo di Savona - abbiamo una zona 'pulita' iniziale, nella quale si fa il primo accesso amministrativo. Successivamente, i pazienti passano nella seconda area, quella cosiddetta 'sporca', nella quale viene effettuato il tampone vero e proprio. Una procedura di pochi minuti ma che, richiederà, ogni volta, la completa sanificazione della tenda e il cambio dei capi d'abbigliamento del personale".