Sanremo, divieto di assembramento nell'area dell'Ariston e vicino agli alberghi

di Alessandro Bacci

Il 2 marzo scattano i nuovi divieti nella cittadina in occasione del festival, i ristoranti vicini al teatro effettueranno servizio mensa

Divieto di stazionamento, dalle 8 alle 14, nella zona antistante il teatro Ariston e di transito pedonale, dalle 14 a fine Festival tranne per chi deve recarsi in un negozio di quell'area, cui sarà consentito il passaggio. E divieto di assembramento vicino a alberghi e altre strutture ricettive cittadine, dove saranno ospitati cantanti e artisti che richiamano pubblico. Sono alcuni dei provvedimenti adottati dal Comune di Sanremo, con prefettura e questura, che scatteranno nella settimana del Festival, dal 2 al 7 marzo. I ristoranti vicini all'Ariston che fanno servizio mensa per il personale del festival, sono chiusi al pubblico.

Da segnalare anche il divieto di stazionamento, dalle 8 a fine manifestazione, nella zona retrostante l'Ariston. Restano, inoltre, sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale e spazi chiusi e anche all'aperto e il divieto di ogni attività che possa richiamare pubblico: attività musicali o di intrattenimento in aree pubbliche o aperte al pubblico e in aree private visibili dal pubblico. Eventuali riprese radiofoniche o televisive itineranti, in aree pubbliche o aperte al pubblico, sono autorizzate soltanto nel rispetto delle misure di sicurezza e devono essere interrotte qualora si formi assembramento. I responsabili degli alberghi e delle altre strutture ricettive dovranno controllare col proprio personale il rispetto delle disposizioni.