Sampdoria, Giampaolo: "Mancano dei giocatori ma ho messo l'elmetto e vado avanti"

di Matteo Angeli

1 min, 24 sec

"Peccato perché io ho sempre dato molto importanza al ritiro e invece non è arrivato nessuno. Murillo mi sta piacendo. De Luca è interessante, l'ho detto alla società"

Dopo quindici giorni di ritiro, l'allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo fa il punto della situazione ai microfoni di Telenord. Lo fa al termine dell'amichevole di Brescia.

"Abbiamo fatto delle bella gara - spiega - mi è piaciuta più la fase di possesso che quella di non possesso, ma lavoremo in questo senso. La squadra mi pare si sia divertita anche se con un caldo  pazzesco. Certo queste sono partite finte perchè la condizone fisica può fare la diffrenza, ma qualche indicazione riescono comunque a darla".

Poi sul ritiro di Ponte di Legno. "Abbiamo lavorato bene grazie anche all'impegno dei ragazzi - le continua Giampaolo -  anche quelli che ho tenuto fuori per causa di forza maggiore". Certo è che non è arrivato neppure un giocatore nuovo. "Il ritiro è fatto per porre le basi, ma vale per tutte le squadre. Penso sia determinante, si possono fare due allenamenti al giorni, si possono preparare al meglio i giocatori, si possono adattare i carichi di lavoro personalizzati anche per evitare infortuni nel corso della stagione. Se questo non avviene peccato, pazienza...".

Giampaolo sociramente sapeva che sarebbe stato un mercato ma non si aspettava un immobilismo di questo tipo.  "Non sto a rimestare il brodo, la cacca più la tocchi più puzza - spiega - ho detto quello che avevo da dire, sapete come la penso e ripeto che mancano dei giocatori perchè abbiamo perso due titolari importanti. Ma vado avanti, mi sono rimesso l'elmetto e lavoro".

Poi una battuta su Murillo e De Luca. "Murillo mi sta piacendo anche come atteggiamento, staremo a vedere. De Luca è interessante, l'ho detto alla società..."