Sampdoria, D'Aversa: "Il calcio è tremendo, dovevamo chiudere la partita nel primo tempo"

di Maria Grazia Barile

Il tecnico: "Il primo gol del Cagliari secondo me nasce su un fallo non fischiato ai danni di Ekdal ma nella ripresa c’è stato un blackout di squadra"

Sampdoria, D'Aversa: "Il calcio è tremendo, dovevamo chiudere la partita nel primo tempo"

La Befana porta solo carbone alla Sampdoria che esce sconfitta dalla prima partita dell'anno con il Cagliari, sotto gli occhi del neo presidente Lanna, in tribuna con l'avvocato Romei. La disamina di D'Aversa: "Nel primo tempo abbiamo fatto bene, ma il calcio è tremendo, potevamo chiuderla e poi siamo andati incontro ad episodi negativi. Nel secondo invece c’è stato un blackout di squadra. C’era possibilità di fare risultato positivo, eravamo in vantaggio e non possiamo cercare alibi come le assenze, che in questo momento ci sono per tutti. Poi c’è anche qualche episodio, il primo gol del Cagliari secondo me nasce su un fallo non fischiato ai danni di Ekdal”.

Il tecnico spiega: "Nell’intervallo ci siamo detti di essere più precisi e invece abbiamo ridato coraggio al Cagliari. Ci siamo fatti chiudere. Il gol finale che abbiamo preso è emblematico della voglia che avevano di portare a casa il risultato a tutti i costi".