Condividi:


 Regione, Fratelli d’Italia chiede l’abolizione dell’obbligo di mascherine all’aperto

di Antonella Ginocchio

L’ordine del giorno del capogruppo Balleari: "Speravo che anche l'opposizione consiliare sottoscrivesse il documento”

Il gruppo regionale di Fratelli d’Italia chiede l’abolizione dell’obbligo di mascherine all’aperto . Lo fa con un ordine del giorno del suo capogruppo Stefano Balleari, che sarà sottoposto martedì prossimo all’approvazione dell’aula consiliare. “Si tratta di una richiesta di buon  senso, considerato che siamo in zona bianca e che la campagna di vaccinazione sta procedendo in maniera spedita” .

Balleari contava anche nel sostegno dell’opposizione consiliare  giallo rossa : "Mi aspettavo che i capogruppo dell’opposozne sottoscrivessero il documento, ma così non è stato. Temoche questo sia accaduto per questioni puramente ideologiche”. Si sfoga l’esponente di Fratelli d’Italia: “In questo modo si allontanano i cittadini dalla politica che, invece, ha il ruolo di risolvere i problemi della gente”.

Il documento è stato sottoscritto dai capigruppo degli schieramenti che compongono la maggioranza di centrodestra.

Con ‘ordine del giorno si chiede al presidente della Regione, Giovanni Toti, di farsi portavoce, a livello nazionale dela richiesta ligure. “Con l’arrivo della bella stagione a rendere più difficile l’uso della mascherina ci sono problemi legati al caldo e alla respirazione”, ribadisce Balleari.

L'esponente di fratelli d'italia puntualizza, infine, che , seocndo la sua richiesta, la mascherina all’aperto non va indossata,  ma va sempre comunque portata con sé: si indossa in caso di assembramenti o quando si entra in un locale chiuso, dove ci sono altre persone