PSA International, risultati record nel 2021: 91,5 milioni di Teu movimentati

di Marco Innocenti

Volumi di traffico aumentati del 5,6% rispetto al 2020: Singapore cresce dell'1,6%, gli altri terminal in giro per il mondo segnano un +8,4%

PSA International, risultati record nel 2021: 91,5 milioni di Teu movimentati

PSA International Pte Ltd ha gestito volumi record nei suoi porti in giro per il mondo nel 2021, raggiungendo i 91,5 milioni di Tue. I volumi del Gruppo sono aumentati del 5,6% rispetto al 2020, con l'ammiraglia PSA Singapore che ha contribuito con una quota record pari a 37,2 milioni di teu (+1,6% rispetto all'anno precedente) e tutti gli altri i terminal PSA che hanno movimentato i restanti 54,3 milioni di teu (+8,4%).

Il mondo nel 2021 ha continuato a viaggiare sulle montagne russe - dichiara Tan Chong Meng, Group CEO di PSA - con interruzioni e congestioni diffuse della catena di approvvigionamento, associate a una ripresa prolungata della domanda e dei traffici mondiali. Nonostante i molteplici ostacoli posti dalla pandemia globale, PSA ha contribuito a mantenere sicure e aperte le catene di approvvigionamento per i nostri clienti, partner e stakeholder in giro per il mondo".

Il mio sincero apprezzamento - prosegue Tan Chong Meng - va al personale del nostro Gruppo e al management per aver raggiunto una grande performance e aver dimostrato la loro agilità e tenacia di squadra. Mi piacerebbe anche ringraziare i nostri partner e clienti per il loro continuo supporto e approvazione al nostro lavoro per costruire una sempre maggiore resilienza e sostenibilità nella catena di approvvigionamento globale".

Negli ultimi due anni - conclude il CEO di PSA - abbiamo cavalcato le onde della crisi covid per inculcare nella nostra gente maggiore agilità e massimo allineamento alla necessità di cambiamento. Guardando al 2022, ci si aspetta che i problemi sulla filiera restino ma ci sono anche opportunità nella crisi e la nostra rilevanza dipenderà dalla nostra capacità di cogliere queste opportunità. PSA continuerà a cercare partnership win-to-win e a innovare oltre le operazioni portuali per fornire soluzioni cargo più efficienti e resilienti, per privilegiare un più ampio ecosistema della catena di approvvigionamento e per catalizzare il passaggio verso un commercio sostenibile".