Porto La Spezia, Toti: "Importante per tutti i settori, sfruttiamo la ripartenza"

di Tiziana Cairati

Il presidente della Regione ha partecipato al convegno organizzato da Confindustria con le Spedizionieri, Agenti marittimi e Doganalisti

Porto La Spezia, Toti: "Importante per tutti i settori, sfruttiamo la ripartenza"

 “Il porto della Spezia è uno dei più importanti in Italia, sia a livello crocieristico, commerciale ma anche turistico. E in questa fase è fondamentale guardare insieme allo scenario internazionale per costruire una risposta alle sfide che ci troviamo di fronte, cogliendo tutte le opportunità che questa ripartenza ci sta offrendo. Il convegno di oggi diventa quindi un’opportunità importante di confronto per poter cogliere al meglio le occasioni che si stanno presentando, con una visione di prospettiva dopo due anni segnati fortemente dalla pandemia”.
Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti al convegno organizzato al Cruise Terminal da Confindustria La Spezia in collaborazione con le Associazioni degli Spedizionieri, degli Agenti marittimi e dei Doganalisti del Porto della Spezia.

“Il tema della portualità e della logistica - ha aggiunto il presidente della Regione Liguria - deve quindi essere l’occasione di parlare di porto e logistica a largo raggio, con l’obiettivo di legare ancora più saldamente la città al suo mare, consentendo anche la realizzazione di una serie di servizi rivolti a cittadini e turisti con la creazione di posti di lavoro a sostegno dell’economia locale. Penso ad esempio al Miglio Blu, che nascerà per dare impulso alla creazione sul territorio spezzino di un distretto nautico di rilevanza internazionale, a partire dalla storica vocazione e dalla forte leadership della città nel settore della nautica da diporto ma anche al Waterfront, che cambierà il volto della città, proseguendo il percorso di sviluppo avviato già da qualche anno. Dopo aver messo all’angolo la pandemia grazie all’importante contributo della scienza, il 2022 sarà l’anno definitivo del restart e in questi mesi dobbiamo essere pronti a recepire proposte per la progettazione, la realizzazione e la gestione delle opere di riqualificazione territoriale, urbanistica e paesaggistica”.