Porto La Spezia: dati ottimi per i container, ma è calo delle rinfuse

di Edoardo Cozza

Si torna ai dati pre-pandemia. L'AdSP Mar Ligure Orientale definisce storici i risultati per Carrara e Sommariva gongola: "Frutto delle nostre iniziative"

Porto La Spezia: dati ottimi per i container, ma è calo delle rinfuse

 I porti della Spezia e di Marina di Carrara confermano la ripresa e un recupero nel 2021 dei volumi persi durante la pandemia. Alla Spezia secondo i dati dell'Autorità sono stati movimentati lo scorso anno oltre 1 milione e 375 mila Teu, con un aumento del 17,2% sul 2020.

Le merci alla Spezia viaggiano sempre di più su rotaia: un aumento del 13,2% corrispondente a 370.447 Teu e a 8.497 treni (+11,2%).  Si tratta di 3 milioni e 415 mila tonnellate di merce. Segno meno invece per quel che riguarda le rinfuse liquide, che risentono delle vicende degli approvvigionamenti energetici legate a pandemia e transizione, -54,3% corrispondenti a poco più di 1 milione di tonnellate. Il Gnl subisce una flessione di oltre il 58% i prodotti raffinati del 47%. Calano le rinfuse solide, collegate alla chiusura dell'impianto a carbone della centrale Enel della Spezia con la fine del 2021, con un -29,6% e con un -41,4% relativo proprio al carbone. Il bilancio del porto della Spezia segna un lieve calo del 2,5% nel 2021 dovuto proprio alle rinfuse solide, per oltre 13 milioni di tonnellate di merce. Segnali di ripresa anche dal traffico crocieristica, fermo durante la pandemia, con 53 navi e 108 mila passeggeri (+99,7%).

Risultati definiti "storici" dall'Authority per il porto di Marina di Carrara. Nel 2021 sono state movimentate oltre 2 milioni e 462 mila tonnellate di merci, +31,6% rispetto al 2020, un risultato ottenuto con il potenziamento dei collegamenti con Sardegna e Nord Africa. La merce in container è stata pari a 1 milione e 281 tonnellate, i rotabili oltre 1 milione 216 mila tonnellate, cresciuti del 56,8%. Per le merci varie ascesa del 45,1%. Pe rinfuse solide aumentano del 117%, con i prodotti metallurgici a +127,4% e i granulati a + 114,1%.

Per il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale Mario Sommariva i risultati del 2021 per i due scali "danno ragione alle iniziative che stiamo mettendo in campo per promuovere e sostenere la crescita del sistema portuale seguendo il dialogo tra imprese, lavoro e territori che ci permette di promuovere traffici e sostenibilità ambientale".