Condividi:


Porti di Genova e Savona, approvati i contributi alle compagnie portuali

di Redazione

650mila euro alla Compagnia genovese a fronte di 7230 giornate di minor lavoro, 180 mila euro per quella savonese

La Commissione Consultiva e il Comitato di Gestione hanno approvato i contributi alle Compagnie Portuali di Genova e Savona sia in relazione alle minori giornate lavorate (art.199, Legge 77) che ai percorsosi di formazione e rimpiego dei lavoratori inabili. Nello specifico, per la Compagnia portuale genovese è stato deliberato un contributo di 650 mila euro relativo alle 7.230 giornate di minor lavoro riconosciute nel periodo luglio-agosto 2020 rispetto al corrispettivo 2019; per la Compagnia portuale di Savona il contributo riferito al trimestre luglio-settembre 2020 è di 180 mila euro a fronte delle 1.999 giornate di minor lavoro riconosciute rispetto al 2019.

Per quanto riguarda la formazione e il rimpiego dei lavoratori inabili (comma 15 bis art. 17, Legge 84/94), è stato deliberato un contributo complessivo per le due Compagnie di circa 355 mila euro. Infine, il Comitato di Gestione ha dato mandato di riattivare l’interlocuzione con il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici relativamente all’adeguamento tecnico funzionale del terminal rinfuse nel Porto di Genova.  Ciò al fine di assicurare maggiore flessibilità nell’utilizzo del territorio che oggi è condizionato da una specifica prescrizione del Consiglio Superiore che destina esclusivamente al traffico  rinfuse l’intero fronte di Ponte San Giorgio a levante.