Pallanuoto, l'Iren Quinto porta a Genova la Final Eight di Coppa Italia

di Marco Innocenti

Tre giorni di grande sport nella vasca dello Stadio del Nuoto di Albaro, che prima della finalissima verrà intitolata al compianto Marco Paganuzzi

Pallanuoto, l'Iren Quinto porta a Genova la Final Eight di Coppa Italia

Genova torna ad essere la capitale della pallanuoto italiana: dall'11 al 13 marzo, infatti, lo Stadio del Nuoto di Albaro ospiterà la Final Eight della Coppa Italia di pallanuoto maschile 2021/22. L'evento sarà organizzato dalla società Iren Genova Quinto, con la stretta collaborazione del Comune di Genova e porterà in città il meglio della pallanuoto italiana, con la partecipazione di Pro Recco, AN Brescia, CC Ortigia, Rari Nantes Savona, Anzio Wateropolis, Telimar Palermo e Pallanuoto Trieste, oltre ai padroni di casa dell'Iren Quinto. 

Ma questa non è l'unica notizia, perché prima della finalissima in programma domenica 13 marzo, verrà celebrata l'intitolazione della vasca dello Stadio del Nuoto a Marco Paganuzzi, "giocatore, allenatore e forse ancora più semplicemente il principale artefice del ‘mondo Quinto’ così come è conosciuto e apprezzato oggi" scrive la stessa società genovese nel ricordare l'ex tecnico, scomparso all'età di 45 anni al termine di una grave malattia nel novembre del 2018. Alla cerimonia sarà presente anche il commissario tecnico della Nazionale di pallanuoto, Sandro Campagna.

"La fase finale della Coppa Italia, oltre che dare lustro alla nostra città, sarà un’occasione per confermare la centralità di un’attività sportiva in grado di coinvolgere centinaia di ragazzi e di atleti – dichiara il consigliere delegato allo sport Vittorio Ottonello È nostra intenzione proporre ai vertici della Federazione Nazionale un grande evento legato alla pallanuoto per l’anno 2024, quando Genova sarà Capitale Europea dello Sport".

"Genova si sta ormai confermando come una vera e propria “città dello sport” – sostiene il consigliere delegato ai Grandi eventi sportivi Stefano Anzalonenon soltanto perché attrattiva per manifestazioni di rilievo nazionale e internazionale, ma anche per la presenza di strutture in grado di ospitare questi importanti appuntamenti. Ciò naturalmente è stato un atout fondamentale per la nomina di Genova come Capitale Europea dello Sport per l’anno 2024. Nello specifico, il Comune è lieto di aver dato il proprio contributo per organizzare la Final Eight della Coppa Italia. La pallanuoto è uno degli sport che a Genova e in Liguria vanta una grande tradizione, sia per risultati che per praticanti".

"Si tratta di due notizie molto importanti per la nostra società e mi azzardo a dire per tutta Genova – commenta il presidente dell’Iren Quinto, Giorgio GiorgiPortiamo infatti nella nostra città un evento di rilievo nazionale, prestigioso, un ottimo viatico in vista di Genova Capitale Europea dello Sport nel 2024. Il nostro territorio vanta una grande tradizione nella pallanuoto, una tradizione che il nostro club da tempo sta cercando di valorizzare attraverso una lunga serie di iniziative. Poter organizzare in ‘casa nostra’ le finali di Coppa Italia rappresenta, in questo senso, la ciliegina sulla torta, anche se per noi comporta davvero un grande stress organizzativo".