Nuovo Waterfront di Genova, l'acqua scorre nel primo tratto del canale

di Redazione

Prende forma il progetto pensato da Renzo Piano per valorizzare l'area della Fiera del Mare. L' obiettivo è concludere i canali nel 2022

Il progetto del nuovo Waterfront di Levante pensato da Renzo Piano, vicino alla Fiera del Mare di Genova, comincia a prendere forma. Il 6 agosto, intorno a mezzogiorno,  l'acqua ha iniziato a scorrere nel primo tratto del canale nell'area del palazzo Ex Nira, che secondo il progetto dovrà arrivare a lambire il Porto Antico;  ci vorranno circa 14 ore per riempire tutto il bacino. 

"Lo scavo si trova davanti ai padiglioni C e D della Fiera, che inizieranno ad essere demoliti entro la fine di novembre", spiega il direttore dell'area tecnica del Comune di Genova Mirco Grassi. "L'importo complessivo di questa fase dei lavori si aggira intorno ai 5 milioni di euro, e l'obiettivo è finire i canali entro il 2022". 

"La scultura di Pietro Cascella , che ornava l'edificio ex Nira e che abbiamo salvato come prima operazione dei lavori, sarà spostata e valorizzerà la nuova banchina. L'installazione dell'opera è prevista per la fine di settembre", spiega l'assessore all'Urbanistica del comune di Genova Simonetta Cenci. 

I lavori del nuovo Waterfront saranno brevemente interrotti nelle date del Salone Nautico, previsto dal primo al sei ottobre 2020.

"E' la prova che i progetti possono diventare realtà", commenta il presidente della Regione Liguria  Giovanni Toti. "Abbiamo firmato il patto per il Palasport, oggi il primo pezzo del canale navigabile, poi arriveranno gli altri lotti".