Tags:

pericu

Morte Pericu, le reazioni e il cordoglio della città. Bandiere a mezz'asta a Tursi

di Redazione

Dello Strologo: "Un modello a cui ispirare". Cassinelli: "La sua scomparsa impoverisce la città"

Morte Pericu, le reazioni e il cordoglio della città. Bandiere a mezz'asta a Tursi

La morte dell'ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu ha ovviamente provocato reazioni in città sia nel mondo politico che imprenditoriale.

Ariel Dello Strologo commenta così: "un modello a cui aspirare. Come professionista e anche come sindaco. Soprattutto, come uomo. Vivo la sua scomparsa come un dolore che si somma a quello per la morte di mio padre, di cui era caro amico, solo pochi mesi fa".

Roberto Cassinelli, deputato di Forza Italia:"La scomparsa di Beppe Pericu mi addolora molto. Un giurista di raro spessore e una persona colta e preparata. Di lui ho sempre apprezzato l'onestà intellettuale e la grande signorilità. La sua scomparsa impoverisce la città. Condoglianze sincere ai familiari nel ricordo di un grande genovese".

Edoardo Rixi, deputato della Lega: "La prematura scomparsa di Beppe Pericu colpisce l’intera comunità genovese. L’ho conosciuto come sindaco quando ero consigliere di opposizione. Un giurista colto e preparato per cui le distanze ideologiche non sono mai state un muro invalicabile. Con la sua scomparsa si impoverisce il dialogo democratico con una persona intellettualmente onesta. Condoglianze sincere alla famiglia".

Raffaella Paita, deputata di Italia Viva: "Con la scomparsa di Giuseppe Pericu se ne va un punto di riferimento fondamentale nella storia recente della città di Genova. Sindaco dal 1997 al 2007, Pericu si è sempre dimostrato un politico capace di grandissima visione, una dote che, anche grazie al suo ‘riformismo fino al midollo’, consentì di far compiere a Genova un enorme salto di qualità. A lui toccò anche la gestione del momento drammatico rappresentato dal G8 del 2001. Beppe era capace di straordinaria umanità e capacità di ascolto. Insomma, una persona rara e un amministratore e politico dalle grandissime capacità. Lo voglio ricordare con affetto e gratitudine e porgere le mie condoglianze alla famiglia".
 
Pietro Piociocchi: "Apprendo ora, in questo giorno così significativo per la nostra Città, della morte dell'ex Sindaco di Genova, il Prof. Giuseppe Pericu.
Ne sono molto dispiaciuto. Ho avuto il privilegio di conoscerlo bene e di collaborare con lui negli anni del mio mandato amministrativo, dapprima come consigliere della Fondazione Teatro Carlo Felice, quindi come Presidente dell'Accademia Ligustica, Istituzione, quest'ultima, a cui davvero tanto si è dedicato e che certamente a lui deve moltissimo.
Ogni tanto, inoltre, ci incontravamo per chiacchierare sui temi della Città e della politica, momenti per me sempre molto piacevoli ed edificanti, dove percepivo un forte feeling e dove, soprattutto, era solito raccontarmi le sue ricche esperienze di vita amministrativa e professionale.
Ne ricordo la passione civile, le doti non comuni di equilibrio e mitezza, la signorilità, la competenza tecnica, e quella generosa disponibilità a mettersi al servizio degli altri che deve fare parte dell'etica dell'amministratore pubblico.
Inaomma, se ne va un gigante, di cui la nostra Città deve essere orgogliosa, ma resta certamente il suo esempio a cui non mancheremo di guardare per imparare".
 
Andrea Benveduti: "Un uomo per bene, professionista competente e politico pragmatico, che ha amato Genova fino all’ultimo dei suoi giorni.
Questo era Giuseppe Pericu, professore ed illustre avvocato, che ho avuto la fortuna di conoscere professionalmente e personalmente. Voglio immaginarlo per le montagne del Cielo. Alla famiglia le mie più sentite condoglianze".
 
Roberta Pinotti, senatrice del PD: "Mi unisco con commozione al cordoglio dei parenti, degli amici e della città intera per la scomparsa di Beppe Pericu.
Ho avuto l'onore di lavorare con lui in Comune durante il suo primo mandato da sindaco. È stato un grande maestro, di cui non potrò mai dimenticare, oltre alla sapienza amministrativa, la lucidità e la generosità politica".
 
Andrea Orlando, ministro del Lavoro: "Se ne è andato Beppe Pericu, un galantuomo, un amico, un amministratore capace e intelligente. E' stato il sindaco della rinascita di Genova, il leader che seppe parlare alla città ferita dal G8. Ci mancherà tantissimo". Così il ministro del Lavoro Andrea Orlando ricorda l'ex sindaco di Genova".
 
Alessio Piana, consigliere regionale della Lega: "Al di là dell'appartenenza politica era un avversario di altissimo profilo, un galantuomo con il quale si poteva dialogare in modo democratico".
 
Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria e Marco Granara, responsabile Ast Cisl Genova: "Apprendiamo con dolore la notizia della scomparsa dell'ex sindaco di Genova Giuseppe Pericu, persona seria, autorevole e stimata. Nei suoi due mandati ha saputo affrontare con professionalità, pragmatismo e lungimiranza le trasformazioni che hanno attraversato la città".
 
Mario Ghini, segretario generale della Uil Liguria:"Un uomo perbene e un sindaco in grado di gestire con grande umanità e professionalità pagine buie come il G8, ma anche momenti di lustro cittadino come Genova Capitale della Cultura nel 2004" ricorda Mario Ghini, segretario generale della Uil Liguria.