Mobilità sostenibile a Genova, Campora: "Nel 2022 incentivi per l'utilizzo del trasporto pubblico"

di Redazione

L'assessore a mobilità e ambiente: "Molto è stato fatto, ma molto resta da fare. La vera sfida è che ogni cittadino diventi più sostenibile"

Si chiude oggi la settimana europea della mobilità sostenibile, che ha preso il via lo scorso 16 settembre. Una serie di incontri che fa tappa anche a Genova, dove nella sede di Palazzo Tursi viene presentato il progetto di sostenibilità per la viabilità genovese. Ne abbiamo parlato con Matteo Campora, assessore a mobilità e ambiente, che ha spiegato gli obiettivi che si pone il Comune di Genova in termini di sostenibilità: "Questa settimana è molto importante perchè facciamo il punto per raccontare quello che è stato fatto e si dovrà fare. E' stato fatto molto, se pensiamo allo sviluppo delle piste ciclabili, gli incentivi a comprare le biciclette e una serie di attività che riguardano il trasporto pubblico e l'elettrificazione. Riteniamo di aver fatto molto, ma molto è ancora da fare ed è importante che le associazioni ci ricordino questo. Abbiamo i progetti delle ciclabili in struttura nella Val Bisagno, che verrà messo a gara entro la fine dell'anno, il progetto di Corso Italia, anche questo prossimo alla pubblicazione della gara, e abbiamo in mente per il 2022 una serie di incentivi ad hoc per incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico e l'acquisto di mezzi full elettric che vadano a sostituire il parco macchine esistente".

Una visione che però si potrà realizzare soltanto con la collaborazione dei cittadini, come spiega Campora: "Si può diventare più sostenibili ed efficienti, ma lo possiamo fare attraverso la guida dell'amministrazione ma soprattutto il coinvolgimento dei cittadini. La vera sfida è che ogni cittadino sia più sostenibile, moltiplicandolo all'intera popolazione questo potrà avere benefici sull'intero pianeta".

Infine, Campora ha illustrato alcuni progetti che sorgeranno nei prossimi mesi: "L'investimento è di 470 milioni, un finanziamento a fondo perduto. Pubblicheremo entro metà ottobre già le gare per le costruzioni delle nuove rimesse, ma abbiamo anche molti finanziamenti per diversi altri progetti. Una serie di iniziative concrete come la previsione di ciclo posteggi e la creazione di due bike box, dove una persona può entrare con il badge e lasciare la propria bici, e che sorgeranno in Piazza De Ferrari e a Largo Zecca. Questo è un inizio, poi stiamo sollecitando grandi stazioni a fare un hub presso Genova Brignole o Genova Principe per avere le infrastrutture necessarie per l'utilizzo della bicicletta