Condividi:


Liguria, sospeso un lotto di vaccino AstraZeneca dopo i ricoveri di due giovani donne

di Alessandro Bacci

È in corso la ricognizione per verificare eventuali giacenze del lotto in questione nelle sedi di vaccinazione di tutta la regione

L'agenzia ligure per la sanità (Alisa) ha sospeso in via cautelativa il lotto di Astrazeneca da cui erano state ricavate le dosi che erano state inoculate alla ragazza 18enne di Sestri Levante, poi finita in coma, e alla donna di 34 anni di Alassio, che ha avuto un malore ed è risultato avere le piastrine basse. Entrambe sono ricoverate al policlinico San Martino di Genova.

"In via cautelativa, Alisa ha dato indicazioni a tutte le sedi vaccinali di sospendere, fino a nuova decisione, la somministrazione del lotto ABX1506 del vaccino AstraZeneca, qualora ci fossero fiale ancora disponibili. È in corso la ricognizione per verificare eventuali giacenze del lotto", scrive in una nota l'agenzia.

"Appena ricevuta la segnalazione delle due reazioni avverse, che riguardano le due giovani donne attualmente ricoverate al Policlinico San Martino, si è attivata la rete di farmacovigilanza e sono state inviate tempestivamente all'Aifa le segnalazioni; il lotto interessato è stato quindi sospeso in via precauzionale", conclude la nota.

Dalla ricognizione effettuata da Alisa per verificare eventuali giacenze del lotto in questione nelle sedi di vaccinazione della Liguria, risultano 81 flaconi, di cui:

  • ASL 1: 27 flaconi
  • ASL 2: 2 flaconi
  • ASL 3: 34 flaconi
  • ASL 4: 18 flaconi
  • ASL 5: 0 flaconi

"La rete di farmacovigilanza si è attivata tempestivamente ed efficacemente per raccogliere e trasmettere ad Aifa le segnalazioni ricevute per i successivi approfondimenti – sottolinea Barbara Rebesco, direttore Politiche del farmaco di Alisa.- In via cautelativa, fino a nuova comunicazione,  abbiamo deciso di sospendere il lotto interessato appena ricevuta la seconda segnalazione  di reazione avversa appartenente allo stesso lotto".