"Lavatrici" Pra', Toti ne annuncia la demolizione, gli abitanti infuriati: "Ci dannneggia"

di Michele Varì

Il comitato: "Fantasie che deprezzano il valore dei nostri immobili". Due interrogazioni in Regione

Il governatore Giovanni Toti dice, con tanto comunicato su Liguria News, organo ufficiale della giunta della Regione, che dopo Begato saranno abbattute e ricostruite anche le case delle "Lavatrici" di Pra', e subito gli abitanti del comitato San Pietro, che poi è il vero nome del quartiere, insorgono e preannunciano azioni legali perchè quelle affermazioni danneggiano i proprietari del complesso, dove, a differenza di Begato, il 40% delle case sono di proprietà di privati. 

Un quartiere collinare costruito nel 1985 e dove oggi vivono oltre duemila persone, otto lotti di palazzi fra l'altro appena oggetto di un restayling grazie a un progetto futuribile che ne ravviva i muri con colori sgargianti

Sulle parole di Toti sono già state presentate due interpellanze in Regione di Cinque Stelle e di Italia Viva che chiedono conto al governatore delle sue affermazioni.


Per gli abitanti parlano Stefano De Luigi del Comitato di quartiere Pegli 3 e Davide Berli, del comitato di San Pietro. I problemi più gravi, e pare strutturali, sono le infiltrazioni d'acqua su una parte delle case, soprattuto di quelle affacciate a levante, sopra il campo di calcio.

I due però ribadiscono, "il nostro quartiere ha una storia di incontro e di convivenza, non è un ghetto, qui si vive bene e non ci sono reati nè inquilini abusivi".

Un quartiere, il San Pietro, fra muraglioni e aperta campagna dove però quasi tutti in realtà raccontano di vivere bene e che, se visto da lontano può fare storcere il naso, ma dentro, all'interno degli oblò delle Lavatrici, nasconde anche autentiche gemme, come la casa, o forse sarebbe meglio dire la villetta popolare su due piani di Pino Rutigliano, ex operaio delle Acciaierie in pensione con splendida vista sul mare, prateria di container del Psa a parte, che per trasformare il suo alloggio in quello che vediamo ha speso tutta la liquidazione e pure i risparmi e adesso mai accetterebbe di vederlo buttare giù.