Condividi:


L'allegria e la tenerezza delle mamme di "Danza con la Fascia" invade l'atrio di Palazzo Tursi

di Redazione

"Il ballo come espressione del divertimento ma anche come percorso verso il benessere generale della donna"

Una via di mezzo tra uno spettacolo di danza e un flash mob. Così le neomamme di "Danza con la Fascia" hanno allegramente invaso l’atri di Palazzo Tursi, ballando insieme ai loro bimbi fra gli applausi generali di un pubblico incuriosito e divertito. Il modo migliore per festeggiare l’8 marzo, festa di una donna che è anche mamma, lavoratrice e – perché no – anche danzatrice.

"Queste sono un po' le parole chiave della nostra esperienza - dicono Francesca Lavecchia e Chiara Firenze di "Danza con la Fascia" - A queste potremmo aggiungere anche benessere, perché quello che abbiamo messo in mostra oggi in questa nostra esibizione è l'aspetto del divertimento, del ballo, ma c'è anche tutto un percorso che ogni mamma compie, al fine di aiutarla in questo passaggio non semplice, quando un figlio appena nato può scombinare tutti gli equilibri".