Tags:

interporto bologna

Interporto Bologna, Spinedi riconfermato presidente

di Redazione

Nell'assembla di approvazione del bilancio nominati anche due nuovi componenti del cda: Ethel Frasinetti e Andrea Babbi,

Interporto Bologna, Spinedi riconfermato presidente

Il 4 luglio si è tenuta l’Assemblea di approvazione del bilancio dei Soci di Interporto Bologna SpA. Riconfermato l’incarico al presidente Marco Spinedi, al quale sono stati affiancati due nuovi membri del Consiglio d’Amministrazione, Ethel Frasinetti e Andrea Babbi, entrambi con una lunga esperienza di incarichi manageriali ed amministrativi. Il rinnovo del consiglio avviene a pochi mesi dall’importante decisione assunta dalla Giunta Comunale di Bologna di non dismettere la partecipazione nella società, optando per il mantenimento della proprietà pubblica ed il rilancio delle attività interportuali e della logistica.

Nel 2021, la Società Interporto Bologna ha chiuso l’esercizio con un valore della produzione pari ad € 23,382 milioni ed un utile netto di € 42.318. In campo immobiliare, la Società ha confermato il trend degli ultimi anni, giungendo a completare il 95% dei terreni edificabili del III Piano Particolareggiato.
Anche il segmento ferroviario ha registrato una dinamica molto positiva, chiudendo il biennio 2019-2020 con +51% treni, con una riduzione del 35% delle emissioni di CO2. Aumentano soprattutto i collegamenti internazionali, confermando la vocazione del nodo bolognese come gateway di importanza europea. Le previsioni per il 2022 si attestano su 6mila treni, un risultato che non si registrava dai primi anni del nuovo secolo.  

“Ringrazio i Soci per la rinnovata fiducia accordatami, i Consiglieri uscenti Claudio Mengoli e Daniela Stefani, che hanno validamente supportato la Società negli anni della loro presenza in CDA e tutto il team di Interporto, senza il quale non sarebbe stato possibile raggiungere gli importanti risultati degli ultimi anni. Ci aspettano tre anni ricchi di sfide, volti a rilanciare interporto non soltanto nelle sue tradizionali funzioni di piattaforma intermodale e logistica, ma anche e soprattutto in quelle più innovative di “laboratorio a cielo aperto”. Un’infrastruttura dove si possono sperimentare, in collaborazione con università, imprese ed istituzioni, nuovi criteri di costruzione dei magazzini energy saving, soluzioni trasportistiche d’avanguardia e servizi innovativi alle persone ed alla merce”, dichiara il presidente neo-confermato Marco Spinedi.