Condividi:


AIDS, Oldrini: "C'è un calo nell'accesso al test HIV"

di Redazione

In occasione della 34ma giornata mondiale contro l'AIDS, il presidente nazionale della LILA esprime preoccupazione per i numeri più bassi a causa di ritardi di notifica dovuti alla pandemia

Il 60% delle persone che oggi scopre di avere l'HIV lo ha scoperto quando aveva un sistema immunitario fortemente debilitato; c'è una elevata quota di ragazzi tra i 25 e i 29 anni che hanno ricevuto una diagnosi nel 2019, lo evidenzia Massimo Oldrini, presidente nazionale della LILA

Ci sono tanti tipi di test, combinati o classici, dipende dal periodo finestra, a seconda del rischio a cui ci si è esposti. Il test si può anche fare in farmacia. Oggi è difficile fare il test HIV in un centro di malattie a trasmissione sessuale. C'è un calo nell'accesso al test.

L'esordio sessuale si va sempre più abbassando e nei percorsi della scuola non c'è educazione affettiva e sessuale.