Genova, ubriaco prende a testate i cassonetti: fermato dalla polizia

di Marco Innocenti

L'uomo, un 38enne albanese, aveva con sé una pistola finta, guanti, tenaglie e cacciavite. Denunciato dopo aver minacciato gli agenti

Genova, ubriaco prende a testate i cassonetti: fermato dalla polizia

L'hanno trovato completamente ubriaco, intorno alle 3,40 della notte in via Aldo Manuzio, nel quartiere di San Fruttuoso, che prendeva a calci, pugni e testate i cassonetti della spazzatura. L'uomo, un pregiudicato di 38 anni di nazionalità albanese, è stato quindi avvicinato dagli agenti di polizia che hanno provato a fermarlo ma lui, senza nemmeno riuscire ad articolare qualche frase di senso compiuto a causa dei fumi dell'alcol, ha prima cercato di divincolarsi e poi ha iniziato a offendere e a minacciare di morte i poliziotti.

Perquisendolo, gli agenti gli hanno trovato in tasca una riproduzione fedele di una pistola "Deringer Philadelphia", oltre a un grosso cacciavite, una tenaglia ed un paio di guanti. Il 38enne, già fermato in passato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale, è stato quindi denunciato per ubriachezza molesta e per il mancato rispetto delle norme anticovid.