Genova, svaligiano i negozi in via XX Settembre: tre giovani ladre denunciate

di Alessandro Bacci

La banda si era impossessata di circa mille euro di vestiti rubati da Berskha, H&M, Coin, Pull&Bear e Upim staccando le placche anti-taccheggio

Genova, svaligiano i negozi in via XX Settembre: tre giovani ladre denunciate

Tre donne di 22, 20 e 19 anni, nate in diverse zone della Spagna, sono state arrestate dalla polizia locale di Genova per "furto continuato in concorso aggravato per aver esercitato violenza sulle cose e per aver sottratto cose esposte per necessità alla pubblica fede". La banda delle giovani straniere è stata colta sul fatto e, dopo aver razziato i grandi magazzini del centro, Berskha, H&M, Coin, Pull&Bear e Upim per circa mille euro, è "scivolata" su una mascherina da notte del valore di meno di 10 euro. La guardia della Upim le ha notate mentre facevano sparire la mascherina e ha chiamato la Polizia locale.

Gli uomini e le donne del nucleo Reati predatori, hanno trovato le tre in possesso di 35 oggetti rubati nei vari punti vendita, da un body di pizzo nero a un cappello di lana, da completini intimi di pizzo e di cotone a porta cuffiette, poi vestiti in similpelle e di paiettes, accessori per il trucco, felpe e pantaloni. Addosso a una delle tre è stato anche trovato un uncino usato per staccare le placche anti taccheggio, spesso danneggiando o capi e rendendoli, così, inutilizzabili. Grazie alle immagini delle telecamere interne dei negozi, il personale della Polizia locale è riuscito a ricostruire con esattezza la razzia compiuta tra un esercizio e l'altro.

Alla direttissima, il giudice ha convalidato gli arresti e ha deciso per loro l'applicazione misura cautelare dell'obbligo di presentazione 2 volte a settimana presso l'Unità territoriale Centro della Polizia locale.

Sempre il nucleo Reati predatori ha arrestato un uomo di 26 anni, di nazionalità ecuadoriana, irregolare sul territorio nazionale, colto in flagrante alla Coin a sottrarre un profumo di marca Yves Saint Laurent del valore di 79 euro. L'uomo è stato scorto dagli agenti in borghese in servizio nel grande magazzino mentre teneva in mano la confezione di colore blu, poi ritrovata all'interno di una busta autoprodotta di alluminio che portava addosso e grazie alla quale aveva superato le barriere anti taccheggio dopo le casse senza fare scattare l'allarme. Si tratta di un pluripregiudicato per reati specifici, arrestato o denunciato altre 7 volte negli ultimi 3 anni. Alla direttissima, l'arresto è stato convalidato. Il giudice ha deciso di applicare la misura cautelare dell'obbligo di firma giornaliera presso la Polizia di Stato.

 

Ancora il nucleo Reati Predatori ha fermato un soggetto in possesso di merce risultata rubata presso 4 negozi di Sestri Ponente per un valore complessivo di 550 euro. La persona è stata denunciata in stato di libertà per ricettazione. Determinante è stata la conoscenza dell'individuo da parte del personale che lo ha attenzionato in quanto già noto per precedenti specifici.