Genova, strade e stazioni semi deserte: di notte è già lock down 

di Redazione

La cronaca azzerata conferma che la vita si ferma dalle 21 alle 6 come detta un'ordinanza anti Halloween

Genova, strade e stazioni semi deserte: di notte è già lock down 

Di notte è già lockdown.  Dalle 21 alle 6 Genova e la Liguria si fermano, si chiudono in casa, come raccomanda un'ordinanza regionale che fa seguito ad una analoga del Comune di Genova e valida, per ora, sino al due novembre anche per scongiurare feste di Halloween.

Le conferme dello spopolamento notturno arrivano dalla cronaca della notte: niente traffico in strada e autostrade e dunque niente incidenti e scarno numero di passeggeri sui treni e sui bus.

Non a caso i pochi fatti di cronaca della scorsa notte sono stati piccoli interventi dei vigili del fuoco in ambito casalingo.

Nelle case dove dal calar del sole siamo anche "raccomandati" a rimanere. Proprio come capitava durante il lock down della prima ondata di coronavirus quando erano stati azzerati incidenti, liti, risse e pure furti e rapine.

 La cronaca della scorsa notte è scarna e racconta di un incendio di una canna fumaria in val Varenna, località Condotta, a Pegli, e l' apertura di una porta ad un abitante di Chiavari rimasto, per motivi non noti, fuori casa, che è poi la peggior jattura che possa capitare in una notte da lock down.