Genova, polizia e carabinieri nell'hub vaccinale del Teatro della Gioventù preso d'assedio

di Redazione

Più di trecento persone in coda sotto la pioggia e il freddo hanno atteso ore il proprio turno in strada, aspettando la somministrazione del vaccino

Genova, polizia e carabinieri nell'hub vaccinale del Teatro della Gioventù preso d'assedio

Polizia e carabinieri sono dovuti intervenire nel tardo pomeriggio di oggi nel centro vaccinale del Teatro della Gioventù, a Genova. 

Più di trecento persone in coda sotto la pioggia e il freddo hanno atteso ore in proprio turno in strada, aspettando la somministrazione del vaccino.

Una ressa fuori dal comune con tanti anziani in difficoltà. Così qualcuno ha chiamato le forze dell'ordine per provare a riportare la calma. 

"Abbiamo avuto un numero importante di persone che si sono recate nell'hub dopo il periodo di chiusura delle festività - si giustifica Daniele Pallavicini di Confcommercio Salute, coordinatore dell'hub in rappresentanza delle aziende private che lo gestiscono per conto della Regione parlando a Genova24 -. C'è anche la preoccupazione di non arrivare in tempo che spinge molti a mettersi in coda prima dell'orario dovuto. Inoltre sanifichiamo con una certa regolarità gli ambulatori perché sempre più persone, non sapendo di essere positive, arrivano e poi indicano nella scheda anamnestica di aver avuto contatti con casi Covid. Questo porta ritardi".

Caos nella giornata di oggi anche nel centro vaccinale della Sala Chiamata del Porto. Dalle prime ore della mattina centinaia di persone hanno aspettato il loro turno. "Senza neppure il distanziamento - hanno spiegato alcuni genovesi in coda- una pazzia"