Genova, picchia la compagna e viene arrestato. Alla polizia racconta: "È una banalissima lite"

di Alessandro Bacci

È emersa una storia di violenze, minacce, insulti, privazione di amicizie, affetti e di lavoro. L'uomo rubava anche la carta di credito della donna

Genova, picchia la compagna e viene arrestato. Alla polizia racconta: "È una banalissima lite"

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 38enne genovese per lesioni personali aggravate nei confronti della sua compagna. Quando i poliziotti sono arrivati a Rivarolo sul luogo dove era stata segnalata una lite, hanno trovato ad accoglierli il 38enne che ha riferito loro di aver avuto una banalissima lite con la sua convivente.

La donna, impaurita e con voce tremante, non era proprio dello stesso avviso ed è emersa una storia di violenze, minacce, insulti, privazione di amicizie, affetti e di lavoro. L’uomo si sarebbe pure impossessato della sua carta del reddito di cittadinanza privandola così della sua unica fonte di sostegno economico. Per paura delle ritorsioni dell’uomo non lo ha mai denunciato , sino ad ora, continuando a rimanerne soggiogata.

A seguito della lite di ieri sera la donna è finita all’ospedale dove è stata poi dimessa con 10 giorni di prognosi per escoriazioni multiple al collo e al volto e un forte stato d’ansia. Lui, che ha parecchi precedenti per vari reati, è finito nelle guardine della Questura in attesa del rito per direttissima di questa mattina.