Condividi:


Genova, picchia per mesi la compagna incinta: arrestato

di Alessandro Bacci

Schiaffi, pugni, calci, morsi; in un'occasione l'aveva minacciata di morte stringendole le mani alla gola. La donna non denunciava per paura

La Polizia di Genova ha arrestato un 37enne genovese in esecuzione di ordine di misura cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Genova, per maltrattamenti contro familiari e lesioni aggravate. L'uomo, dallo scorso aprile, maltrattava la convivente, peraltro in stato di gravidanza. Nel corso di liti per futili motivi il 37enne, spesso sotto l'effetto di droga e alcol, umiliava e picchiava la compagna che non aveva mai denunciato i fatti per paura di ritorsioni.

In un'occasione l'aveva minacciata di morte stringendole le mani alla gola e dopo qualche giorno l'aveva colpita con schiaffi al volto, pugni, calci, morsi, ferendola al volto lanciando un posacenere. Dopo questo episodio e l'intervento della polizia, l'uomo era stato denunciato. Il 6 ottobre scorso la donna è stata costretta a rifugiarsi a casa di una vicina, che ha chiamato gli agenti, perché il compagno aveva tentato di strangolarla. La donna portata in ospedale ha avuto una prognosi di 10 giorni. Dopo questo ultimo episodio per l'uomo è scattato l'arresto e si sono aperte le porte del carcere di Marassi.