Tags:

san giorgio terminal anselmo

Genova, per il 2021 Terminal San Giorgio scommette sull'innovazione

di Marco Innocenti

L'ad Anselmo: "Mantenuti i volumi di traffico del 2019 con un occhio sempre attento alle richieste del mercato e al rispetto dell'ambiente"

Genova, per il 2021 Terminal San Giorgio scommette sull'innovazione

“Terminal San Giorgio nel corso del 2020 ha accelerato il suo impegno nell’ambito dell’innovazione tecnologica, della sicurezza e sostenibilità ambientale”. A dirlo è Maurizio Anselmo,  ad del terminal genovese, controllato dal Gruppo Gavio. “Durante un anno molto difficile - prosegue Anselmo - influenzato da un’emergenza sanitaria globale, TSG ha mantenuto pressoché invariati i volumi di traffico rispetto al 2019 e, nel continuo sviluppo di attuali e futuri business, ha mirato a creare valore lungo tutta la catena di fornitura del servizio, rispondendo alle richieste del mercato e senza trascurare gli impatti delle proprie attività sull’ambiente e sulla sicurezza dei lavoratori”.

Tale obiettivo è stato raggiunto grazie a investimenti mirati in hardware e software, oltre che all’efficace implementazione di nuove tecnologie e alla formazione continua del personale, con particolare riferimento alla sicurezza e sostenibilità ambientale. TSG si appresta a traguardare il quindicesimo anno di attività concorrendo alla partecipazione di alcuni prestigiosi progetti europei, in linea con la cultura del miglioramento continuo perseguita dall’azienda, tra cui il progetto E-Bridge, cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma CEF – Connecting Europe Facility e per il quale TSG partecipa come soggetto attuatore, o il progetto Technological Boost for Efficient port Terminal operations following Safety related events (TEBETS), cofinanziato dal Centro di Competenza START 4.0. e per il quale TSG partecipa come soggetto partner. 

L’ad Anselmo ribadisce poi che “rimangono sempre attuali per TSG i temi della qualità e della sicurezza, su cui l’azienda ha da sempre mirato con il conseguimento delle più importanti certificazioni, oltre che confermare nel 2020 quelle già acquisite in passato quali ISO 18001 già acquisita in passato, ma nel 2020 si è proceduto alla transizione verso la ISO 45001 con obiettivo salute, prevenzione e sicurezza relativa ai luoghi di lavoro. Ciò al fine di fornire le maggiori garanzie alla Clientela ed ai lavoratori del Terminal relativamente alla capacità di rispettare la legislazione vigente in materia di sicurezza sul lavoro e relativi ambienti. La ISO 14001 conseguita nel 2020 fornisce all’azienda una struttura gestionale per l'integrazione delle pratiche di natura ambientale, la prevenzione dell'inquinamento, la riduzione del consumo di energia e risorse, nonché, più in generale, il perseguimento della protezione dell'ambiente. Migliora l’immagine e la credibilità aziendale, assicurando alla propria clientela l’impegno in un’efficace ed efficiente gestione degli impatti ambientali. Migliora il controllo dei costi, attraverso il risparmio energetico e di materiali nonché riducendo i rischi da danno ambientale a cui l’azienda potrebbe essere soggetta".