Genova, nasce il principale hub digitale di attracco per cavi sottomarini

di Giorgia Fabiocchi

Il capoluogo ligure diventa il più importante 'porto digitale' del sud Europa e il nuovo sito, denominato GN1, sarà il punto di interconnessione strategico per il sistema '2Africa'

Genova, nasce il principale hub digitale di attracco per cavi sottomarini

Genova diventa il più importante 'porto digitale' del sud Europa e il nuovo hub digitale di attracco per cavi sottomarini di Equinix, inaugurato questa mattina e realizzato in collaborazione con Vodafone, ne è l'esempio più concreto. Il nuovo sito, denominato GN1, sarà il punto di interconnessione strategico per il sistema '2Africa', il cavo sottomarino più lungo mai realizzato (45 mila m), che collegherà tre continenti Africa, Europa e Asia, e che ha una connessione in fibra diretta a Ml5, il nuovo data center flagship di Equinix a Milano.

"Da questo cavo sottomarino, concepito per collegare 46 paesi al mondo - spiega Emmanuel Becker, managing director di Equinix - e da quelli che arriveranno nel prossimo futuro, stimiamo che passeranno circa 1200 terabyte che, per fare un paragone, sono un numero superiore al traffico che arriva adesso in tutto il sud Europa. Cavi che porteranno un traffico importante non solo a livello italiano ma soprattutto europeo perché tantissime imprese avranno necessità di questo tipo di collegamento. Avere a Genova l'hub digitale permetterà di attrarre nuovi investimenti sula città".

La creazione di questo nuovo hub diventa anche buona opportunità occupazionale. Per far arrivare il cavo a Genova, e per realizzare il Data Center, infatti, sono state impiegate alcune imprese locali così come sono genovesi la decine di persone attualmente impiegate per garantire la sicurezza del sito strategico e per la manutenzione. "Ma se pensiamo alle grandi città che ospitano tecnologie come questa - prosegue Becker - dobbiamo ragionare su un moltiplicatore di investimenti almeno a doppia cifra"