Genova, ex Ilva: dopo l'incidente la Asl sequestrai i cavi e il bozzello

di Redazione

Gli ispettori della Asl sono intervenuti dopo la lettera della rsu. "La gru al momento non è utilizzabile, oggi sono deragliati due locomotori"

Genova, ex Ilva: dopo l'incidente la Asl sequestrai i cavi e il bozzello

Gli ispettori della Asl hanno posto sotto sequestro i cavi e il bozzello della gru del reparto temper dello stabilimento ex Ilva di Cornigliano che si sono strappati all'alba di oggi facendo piombare un rotolo d'acciaio da 10 tonnellate a pochi metri dagli operai.

L'ispezione è scattata dopo la lettera inviata dall'rsu in seguito all'incidente che fortunatamente non ha visto feriti.

"La gru al momento non è utilizzabile e l'altra presente nell'impianto nemmeno finché l'azienda non procederà alla bonifica dell'area quindi almeno per il fine settimana quell'impianto è fermo - spiega Armando Palombo, coordinatore dell'Rsu -. L'organismo di vigilanza aprirà un fascicolo sulle condizioni del sequestro e siamo in attesa del perito che farà una dettagliata analisi. Le condizioni dell'impianto in generale sono state valutate pessime dagli RLS, come più volte abbiamo segnalato all'azienda. Solo oggi pomeriggio ben due locomotori sono deragliati dai binari dell'impianto ferroviario interno. Per questo chiediamo agli organi di vigilanza di andare a fondo nelle verifiche delle nostre segnalazioni".

Il clima in fabbrica si sta surriscaldando: "Lunedì alle 7 abbiamo convocato i lavoratori davanti allo stabilimento e difficilmente si accontenteranno di un'assemblea" dice ancora Palombo che attacca il ministro Orlando: "Lui, che in fabbrica tutti chiamano 'chiacchiere e distintivo', sostiene che sia l'azienda a dover provvedere alla manutenzione dimenticando che nell'azienda c'è anche il Governo di cui lui fa parte".