Genova, docenti universitari indagati: si dimette la prorettrice Trucco

di Tiziana Cairati

Le dimissioni sono un atto di estrema sensibilità istituzionale. A breve valuterò una nuova nomina per sostituirla

Genova, docenti universitari indagati: si dimette la prorettrice Trucco

La professoressa dell'Università di Genova Lara Trucco si è dimessa dall'incarico di prorettrice dopo l'inchiesta su una serie di concorsi truccati a Giurisprudenza. La docente, ordinaria di diritto costituzionale, è indagata insieme ad altre 19 persone.

"Le dimissioni - ha sottolineato il rettore Federico Delfino - sono un atto di estrema sensibilità istituzionale. A breve valuterò una nuova nomina per sostituirla". Il pubblico ministero Francesco Cardona Albini insieme all'aggiunto Vittorio Ranieri Miniati avevano chiesto nei giorni scorsi l'interdittiva per i sei docenti perquisiti dalla guardia di finanza, tra cui la stessa Trucco.

Il giudice per le indagini preliminari Claudio Siclari ha fissato l'interrogatorio per il 9 maggio e dopo deciderà se applicarla o meno. Sono una decina i bandi contestati. Per gli inquirenti, gli indagati avrebbero pilotato i concorsi per posti da professore e assegni di ricerca in modo da favorire amici e figli di colleghi.

L'indagine è nata dopo che il Tar a novembre 2020 aveva annullato su ricorso di una candidata esclusa un concorso da ricercatore in diritto tributario che era stato vinto dal figlio dei uno dei docenti oggi indagati. Poco dopo era arrivato in Procura l'esposto di un candidato al posto di docente di seconda fascia.