Genova, cede il freno a mano e resta schiacciato tra il muro e il furgone

di Marco Innocenti

L'uomo stava facendo una consegna, insieme al padre, nella zona di Murta sulle alture di Bolzaneto

La strada stretta, il freno a mano che cede e il furgone in un attimo schiaccia il corpo di uno dei due autisti, sceso dal veicolo per aiutare l'altro nelle manovre. E' successo a Murta, sulle alture di Bolzaneto in Valpolcevera poco dopo le 17. Padre e figlio sono a bordo del loro furgone bianco per delle consegne. La strada che si inerpica fra le case è molto stretta, non permette di passare a più di un mezzo alla volta e, quando si incrocia un'altra auto, una delle due è costretta a fare retromarcia per schivarsi. Una manovra che a volte può rivelarsi insidiosa se non si è pratici: basta un attimo di distrazione e, come minimo, la fiancata è bella che rigata.

Il furgone bianco sta salendo dalla piazza della Chiesa di Murta ma, appena imboccata la strada, sopraggiunge un'auto e il mezzo è costretto a fare manovra. Il figlio scende per aiutare il padre nella manovra ma qualcosa va storto e il freno a mano si sgancia all'improvviso, schiacciando l'uomo contro un muretto.

L'allarme scatta immediatamente e sul posto arrivano ambulanza, Vigili del fuoco, polizia e carabinieri. La vittima è comunque cosciente e, per fortuna, non è in pericolo di vita. Dopo averlo liberato e consegnato ai medici, si deve pensare a ripristinare la circolazione visto che sul lugo dell'incidente si è velocemente formato un intricato ingorgo di auto. Con pazienza, le forze dell'ordine riescono a dipanare il traffico, facendo defluire le auto una dopo l'altra.