Genova, a luglio arriva la conferenza europea delle crociere

di Edoardo Cozza

L'Italia scelta da Clia in quanto primo Paese di destinazione in Europa per numero di passeggeri: eventi in tutta la città e oltre 300 ospiti attesi

Genova, a luglio arriva la conferenza europea delle crociere

Si terrà a Genova, dal 14 al 16 luglio, la prima conferenza europea dedicata alle crociere. Organizzato da Clia, associazione internazionale del comparto crocieristico, che ha scelto proprio l'Italia per il debutto del "Clia european summit", in quanto primo Paese di destinazione in Europa per numero di passeggeri, ospiterà per tre giorni, in diversi lughi della città, una serie di appuntamenti con la partecipazione di oltre 300 ospiti da tutto il mondo, da ministri a rappresentanti dei vertici delle compagnie, autorità ed enti locali.

"Le compagnie hanno da tempo ripreso le operazioni e prevedono di tornare ai livelli pre-pandemia già entro la fine del 2023, per poi tornare a crescere in modo stabile negli anni successivi. Il settore ha dimostrato resilienza e capacità di innovazione, elementi fondamentali per lo sviluppo di un'economia verde del turismo marittimo - dice in una nota Marie-Caroline Laurent, direttrice di Clia Europa -. Il Clia European Summit è un'opportunità, che arriva al momento giusto, per discutere del ruolo delle crociere come parte integrante del turismo sostenibile e per definire approcci e soluzioni concrete utili ad affrontare le sfide, normative e concrete, che abbiamo e avremo di fronte in Europa".

Per il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti è significativo che Clia (Cruise lines international association) abbia scelto Genova e la Liguria per la prima conferenza europea delle crociere. "Non è un caso - commenta - che nel 2020 sia partita proprio dalla nostra Regione la prima crociera. Le compagnie che hanno scelto di investire in Liguria si stanno nuovamente confermando leader del settore, trainando un turismo che, dopo mesi di sofferenza, è pronto a ripartire con numeri da record. In questi anni abbiamo lavorato per far diventare la nostra Regione una grande piattaforma crocieristica, con i suoi scali non più legati solo al traffico merci ma anche al turismo. Ora ci prepariamo a raccogliere i frutti e a vivere una stagione straordinaria".

Soddisfatto anche il sindaco Marco Bucci: "Un segno importante della ripartenza del settore che è strategico non solo per la nostra città, ma per tutto il Paese - dichiara -. Ci siamo fermati in un momento di crescita importante in cui Genova si attestava fra i porti leader del Mediterraneo, ma tornerà ad esserlo e abbiamo già i primi segnali. Come amministrazione siamo pronti a fare la nostra parte per favorire la piena ripresa del settore".

Per il presidente dell'Adsp del Mar ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini "la scelta di Genova conferma la centralità della Liguria nel settore della crocieristica. Secondo le prime stime, il 2022 potrebbe segnare oltre 7 milioni di movimenti passeggeri sul territorio nazionale, consentendo ai terminal di Genova e Savona di tornare ai volumi pre-pandemia". 

La Camera di commercio di Genova partecipa all'organizzazione mettendo a disposizione i suoi "gioielli", la sede di via Garibaldi e la sala delle grida della Borsa. "Il ritorno delle navi da crociera dopo la pandemia è un'ottima notizia per l'Italia, la Liguria e Genova - sottolinea il presidente Luigi Attanasio -. Il nostro territorio è pronto ad accogliere nuovamente i crocieristi, sia nei porti che in città, nei borghi e nell'entroterra"