Genoa, il dibattito su Maran al 'Derby del Lunedì'': "Non è all'altezza". La replica: "È un'assurdità"

di Redazione

Si accende la discussione e Gessi Adamoli svela: "Dopo la partita con il Torino Preziosi si è chiuso nello spogliatoio con il tecnico"

"Se un allenatore vince una partita su 18 delle ultime giocate in Serie A non avrebbe dovuto essere chiamato. Anche Iachini ha fatto dieci anni in Serie A ma tra esoneri e retrocessioni. Se un allenatore non è all'altezza, come Maran, i risultati sono questi. Non posso dare la croce addosso a Preziosi perchè caccia Maran." Si accende con le parole di Massimiliano Lussana il dibattito al derby del Lunedì sul futuro di Rolando Maran al Genoa.

Durante la discussione Gessi Adamoli svela un curioso retroscena nel post partita di Genoa-Torino: "Tutti gli allenatori ci sono passati, possibile che nessuno riesce a trovare il bandolo della matassa? Come mai? La verità è che finiscono tutti nel 'tritatutto', la prima cosa che deve avere un allenatore è la stima e fisucia della società. Adesso sta succedendo quello che è successo con Andreazzoli. In Genoa-Torino, Preziosi si è chiuso negli spogliatoi con Maran e gli ha fatto il solito cazziatone e i giocatori nella stanza affianco sentivano."

A prendere le difese del tecnico è Claudio Onofri: "Dire che Maran se ne deve andare è un qualcosa che suscita consensi ma non esiste come concetto scegliere un allenatore e dopo due mesi cacciarlo perchè le cose non stanno andando bene. È un'assurdità."