Genoa, Blessin sfida l'Atalanta: "Decisivi i duelli individuali, abbiamo un piano per sorprenderli"

di Redazione

"Gasperini è un grande allenatore, molto intelligente. Li abbiamo visti in Coppa, sono impressionanti nei cambi di ritmo. Serve stabilità nella fase difensiva"

Genoa, Blessin sfida l'Atalanta: "Decisivi i duelli individuali, abbiamo un piano per sorprenderli"

"Dopo la partita con l'Empoli ero triste perchè la squadra ha dato tutto e avrebbe meritato di più del pari. A me piace analizzare subito la partita giocata. Ora però bisogna lasciarla da parte, concentrarci e lavorare sull'Atalanta. E questo l'ho fatto subito in settimana".

Resettare, ripartire, provarci fino all'ultimo. Questo il programma di mister Blessin in questo momento del campionato del Genoa. Difficile perfino da interpretare. L'avversario di ogginon ha bisogno di presentazioni. "Gasperini non lo conosco personalmente ma vedo il suo modo di lavorare e il successo che ha. E' una persona molto intelligente e un allenatore con molta qualità. E' molto importante imparare da questi allenatori. Giovedì abbiamo visto a Bergamo la gara col Leverkusen. Nei primi 15 minuti l'Atalanta era in difficoltà, il Bayer attuava un buon pressing. Poi l'Atalanta ha aumentato il ritmo, sono rimasto sorpreso di come abbia cambiato la partita. Sarà molto interessante vedere il modo di giocare dell'Atalanta e vedere il modo in cui noi reagiremo. Forse cambieranno dei giocatori ma non cambierà nulla della loro qualità".

Il problema del Genoa è sempre quello, trovare uno che la butti dentro.  "Destro? E' sempre nei nostri piani. Vedremo. Non credo che avremo tantissime palle gol rispetto alla gara contro l'Empoli. Ma abbiamo un piano per metterli in difficoltà per creare occasioni da gol e segnare. Inoltre dovremo stabili in difesa e questo non riguarda solo il pacchetto arretrato ma partendo dagli attaccanti. E' molto importante l'equilibrio".

La chiave sarà rappresentata dai duelli individuali. "Saranno importantissimi perchè loro, indipendentemente dal loro modulo, giocano uno contro uno a uno a tutto campo. Nelle ultime sei partite solo contro il Venezia non abbiamo vinto molti duelli, ora dobbiamo reagire e vincere questi duelli dal primo all'ultimo secondo. L'assenza di Sturaro? E' importante, ma questi sono i momenti in cui altri giocatori possono dimostrare di essere all'altezza e far bene".