Frana nella notte a Carasco, bloccata la strada della Valfontanabuona

di Michele Varì

La viabilità potrebbe essere ripristinata in serata

Frana nella notte sulla strada 225 a Carasco, in frazione San Pietro di Sturla, a poche centinaia di metri dal ponte crollato nell'alluvione del 2013. Lo smottamento è avvenuto alle tre. Per raggiungere la Valfontanabuona l'unica l'alternativa sono alcune strade secondarie, come la tortuosa via per Leivi, quasi impraticabile per i mezzi pesanti. Sul posto dello smottamento ci sono i vigili del fuoco di Chiavari e i tecnici del comune di Carasco e dell'Anas.

I detriti caduti sulla strada non sono molti, ma il fronte della frana rimasto appeso sul costone sembra imponente, per avere un quadro definitivo e ipotizzare quanto tempo potrebbe servire per mettere in sicurezza l'area dello smottamento si attende l'esito del sopralluogo del geologo dell'Anas.

A causa della frana caduta, tra Bavaggi in comune di San Colombano e San Pietro di Sturla in Comune di Carasco, Atp comunica che la linea 15 della Fontanabuona è interrotta. I mezzi vengono fatti fermare rispettivamente a Calvari e al capolinea di Carasco. Ovviamente sono interessate dall’interruzione tutte le linee in transito per la strada 225 comprese quelle scolastiche. La situazione viene monitorata dai responsabili di Atp in contatto costante con Anas che ha attivato tutte le misure del caso.

Atp ha comunicato che la linea 15 della Fontanabuona è interrotta: i mezzi vengono fatti fermare a Calvari e al capolinea di Carasco.

La Regione Liguria però nel pomeriggio ha fatto saperre che la strada dovrebbe essere riaperta in serata a senso unico alternato grazie al  tempestivo intervento dei rocciatori e dei tecnici dell'Anas, che hanno eseguito i sopralluoghi e il "disgaggio" dalle parete delle masse instabili: il versante prossimo alla strada è stato interessato dal movimento franoso per un’altezza di 40 metri rispetto al piano della strada, con un fronte lungo circa 30 metri; sul piano viabile sono caduti molti massi di grandi dimensioni, con un volume variabile tra uno e 3 metri cubi ciascuno. Per altri aggiornamenti telefonare al numero gratuito dell'Anas 800841148.