Festival Internazionale di Nervi, tutto pronto: 3200 posti e un palco da 16 metri

di Claudio Cabona

Martedì 2 luglio apre la manifestazione Giorgia, mercoledì tocca a Carmen Consoli

Da martedì fino al 20 luglio andrà in scena il Festival Internazionale di Nervi, rassegna che ospiterà grandi nomi del mondo della musica, del teatro e della danza. Da Giorgia a Francesco De Gregori, passando per Carmen Consoli, Caetano Veloso, Gino Paoli, Alessandro Preziosi, Emir Kusturica, i grandi danzatori Andrea Volpintesta e Sabrina Brazzo, e tanti altri.

Mobilità e strade

Il traffico in via Oberdan, tra l’incrocio in viale Franchini e piazza Pittaluga, e in via Marco Sala sarà limitato agli aventi diritto, che dovranno mostrare un documento ai varchi dove ci sarà la polizia municipale. Si tratta di residenti, ospiti degli alberghi, mezzi di soccorso e commercianti per carico e scarico merci. Questo nei soli giorni degli eventi, dalle 18 all’una. Ci sarà un doppio senso di marcia in viale Franchini, tra l’incrocio con via Campostano e piazza Pittaluga,  esclusivamente dalle 18 all’una, anche qui solo nei giorni del festival. Il senso di marcia sarà invertito in via Sant’Ilario, nella parte inferiore, dal 2 al 20 luglio tutti i giorni. Ovviamente è caldamente sconsigliato l’uso della macchina, si può lasciare nel parcheggio delle Streghe in via Somma, a pagamento, oppure nel parcheggio della stazione di Quinto in via Filzi, area di interscambio con bus o treno. I taxi invece potranno transitare in viale delle Palme e sostare in piazza Sciolla, di fronte alla stazione di Nervi. Vita più semplice per i due ruote: in viale delle Palme sono stati creati 115 posti gratuiti per le moto. Infine i posteggi per le auto dei disabili sono stati individuati in via Capolungo 3 all’altezza dell’entrata della Galleria d’Arte Moderna. Da ricordare anche che le persone diversamente abili con invalidità al 100% hanno diritto a una riduzione del 50% sul prezzo del biglietto per sé e per un accompagnatore.

Treni e autobus

Trenitalia sarà il vettore ufficiale del Festival: il biglietto per qualunque spettacolo in cartellone sarà comprensivo del viaggio di andata e ritorno, con i treni regionali in circolazione nell’area urbana di Genova, dalle ore 17 del giorno stesso fino all’1.30 del giorno successivo. Per raggiungere il Festival, il primo dei treni utili da Brignole a Nervi, per l’apertura cancelli dell’area concerti, è in partenza alle 17.04, arrivo alle 17.17. Proprio a ridosso degli show è previsto quello delle 20.10, arrivo 20.25. Per il rientro al termine della serata sarà possibile utilizzare i regionali in partenza da Nervi alle 23.29 per Savona, alle 0.18 e alle 0.56 per Brignole. Per conoscere in dettaglio gli orari dei collegamenti, le fermate intermedie e ogni altra informazione utile, è possibile consultare il sito trenitalia.com. Se si utilizzano i bus, le linee che si possono prendere per arrivare a Nervi sono la 15, 17, 517 e 516. Per il ritorno, invece, si può salire sul 17 barrato o 607 da via del Commercio, e il 617 da via Donato Somma. L’acquisto del biglietto per partecipare agli spettacoli del cartellone del Festival non prevede la gratuità del trasporto sui mezzi Amt.

Musei gratis

I possessori del biglietto del singolo evento potranno lo stesso giorno della manifestazione acquistata concedersi una visita all’interno dei musei nerviesi dove potranno ammirare tesori e opere d’arte. Proprio per garantire ai genovesi e ai visitatori della rassegna una esperienza totale ci sarà la possibilità prima di ciascun concerto o performance di danza di fare un’immersione nell’arte custodita nei tre musei presenti nei parchi: le Raccolte Frugone con sede in Villa Grimaldi Fassio, la Galleria d’Arte Moderna ospitata nella cinquecentesca Villa Saluzzo Serra e infine la Wolfsoniana.